URC, troppe assenze per Treviso: i sudafricani passano 29-7

URC, troppe assenze per Treviso: i sudafricani passano 29-7

I Cell C Sharks passano a Monigo, sconfiggendo il Benetton Rugby per 29-7, conquistando così anche il punto di bonus. Troppe le assenze in casa trevigiana tra infortuni e convocati in nazionale per contrastare una squadra composta da ben sei campioni del mondo degli Springboks. Non è bastato dunque l’impegno dei leoni per evitare la seconda sconfitta consecutiva dopo Glasgow. Nonostante il risultato, tante le indicazioni positive per coach Bortolami, a partire dal carattere dimostrato dalla squadra in una situazione complicata e proseguendo con l’ottimo rendimento dei giovani: Cannone e Drago su tutti.

APPROCCIO DIFFICILE

—   Bastano sette minuti ai sudafricani per aprire le danze: Duvenage prima e Meggiato poi salvano in rapida successione i biancoverdi in uno contro uno, ma niente può il Benetton contro il multifase degli Sharks, chiuso da Van Heerden in giravolta in meta. Al 17’, la prima azione degna di nota dei leoni: Riera accende i motori servendo Albornoz, che con un bell’offload libera Duvenage bloccato in extremis da Nkosi a due metri dalla linea di meta. Tuttavia, Treviso non riesce a mantenere la pressione sugli ospiti, che allungano al 26’ con un’azione che sfrutta tutta l’ampiezza del rettangolo di gioco. Libero a sinistra Fassi, nominato MVP del match, che con una leggera esitazione crea un buco per segnare la seconda marcatura dell’incontro. Il Benetton non trova risposte alla qualità del gioco offerto dai trequarti degli Sharks, che spesso e volentieri mandano a vuoto il placcaggio del diretto avversario. Anche il finale di tempo è dunque di marca Cell C, con i sudafricani che approfittano di un giallo ad Izekor grazie a una touche e susseguente maul, chiusa in meta da Buthelezi per il 21-0 con cui le squadre entrano negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO A DUE VOLTI

—   Inaspettatamente, in inferiorità numerica il Benetton inizia a trovare le giuste misure in difesa, gestendo le fiammate degli Sharks. Al 53’, Nkosi recupera un calcio dal box di Petrozzi bucando la difesa trevigiana; nella fase successiva, Low schiaccia ma l’arbitro annulla per un fallo precedente. La spinta dei padroni di casa aumenta con il passare dei minuti, raggiungendo il suo apice tra il 55’ e il 65’. Am commette un in-avanti volontario per evitare guai, Treviso ne approfitta subito grazie a una serie di pick-and-go conclusa da Wegner; Albornoz trasforma il 7-21 dando nuova speranza al Benetton. I leoni provano a ricucire ulteriormente lo svantaggio, ma i cambi operati da Sean Everitt cambiano nuovamente la storia dell’incontro. La pressione di Treviso si affievolisce, e un velo commesso dai biancoverdi su avanzamento di Albornoz regala a Bosch (perfetto nell’arco del match al piede) di fissare il punteggio sul 24-7 in favore degli Sharks, chiudendo di fatto la contesa. La caccia al punto di bonus degli ospiti si concretizza a un minuto dal termine, con un’altra bella azione in velocità chiusa da Nkosi sulla sinistra, valida per il 29-7 finale.

CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

—   Con la vittoria a Monigo nel recupero della decima giornata di URC, gli Sharks entrano in zona playoff, relegando il Benetton all’undicesimo posto. Treviso attesa da un altro match difficile sabato 5 marzo, ancora in casa, questa volta contro la prima della classe Leinster.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/26-02-2022/rugby-urc-benetton-treviso-cell-c-sharks-7-29-4301614876134.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: