Urc, pari beffa per Treviso: i Dragons rimontano e si salvano a tempo scaduto

Urc, pari beffa per Treviso: i Dragons rimontano e si salvano a tempo scaduto

Termina in pareggio la sfida tra Dragons e Benetton Treviso valevole per l’undicesimo turno di United Rugby Championship. I leoni, nonostante le 26 assenze tra convocati in Nazionale ed infortuni, escono indenni da Rodney Parade. Tanti i giovani schierati, tra cui figuravano anche due debuttanti come Da Re e Meggiato, autori di un’ottima prova. Tuttavia, è un pareggio che lascia qualche rimpianto agli uomini di coach Bortolami, che avrebbero potuto portare a casa la vittoria con un calcio a tempo scaduto di Albornoz che non è riuscito a centrare i pali.

PRIMO TEMPO

—   Il match si apre con una lunga fase di studio, caratterizzata da tanti scambi al piede che impegnano i triangoli allargati di entrambe le squadre. Al 13’, Warren non rotola via su un punto d’incontro, regalando al rientrante Albornoz la possibilità di segnare i primi punti della contesa: l’apertura non sbaglia, portando il Benetton sul 3-0. Treviso rimane concentrata ed attenta sui tentativi d’attacco dei padroni di casa, che a loro volta commettono tanti errori tecnici in prossimità della linea di meta dei biancoverdi. Al 23’, Lewis libera dai propri 22 un pallone portato dentro da Bertranou, regalando una touche a Treviso. I primi due tentativi di maul portano a due calci di punizione, il terzo alla marcatura di Els, che grazie alla trasformazione di Albornoz proietta Treviso sul 10-0. Nonostante il punteggio favorevole, i leoni continuano a farsi vedere nella metà campo gallese, con Newport incapace di costruire azioni degne di nota. Ma, proprio quando Treviso sembrava poter andare al riposo con un vantaggio confortevole, ecco servita la reazione dei Dragons: tre falli commessi in rapida successione dal Benetton fanno risalire il campo ai gallesi, con Davies che trasforma l’ultimo in tre punti che danno ritrovata fiducia alla franchigia di Newport.

SECONDO TEMPO

—   La ripresa si apre nella peggior maniera possibile per Treviso, con Moriarty che sorprende la difesa biancoverde raccogliendo l’ovale da un calcio di punizione di seconda e lanciandosi in meta, trasformata da Davies per il 10-10. Il Benetton non si abbatte, e sfrutta un calcio a favore per riportarsi in vantaggio sul 13-10, ancora con il piede di Albornoz. Nonostante le difficoltà nel gestire il gioco al piede dei Dragons, sono ancora i leoni ad avere la possibilità di andare ancora oltre il break, ma il neo-entrato Faiva sbaglia due lanci consecutivi da touche nei 22 avversari. Davies prosegue nella sfida tra aperture segnando il 13-13 al 62’, prima che siano di nuovo gli errori tecnici a farla da padrone. Tre gli in-avanti commessi dai padroni di casa in altrettanti viaggi nei pressi dei 5 metri del Benetton, pareggiati dagli errori di Faiva in fase di lancio in touche. La partita stenta a decollare, ed è Sam Davies a provare a prendersi il titolo di Mvp con un drop dai 35/40 metri al 76’, con l’ovale che finisce alla sinistra dei pali. Pochi minuti dopo è il turno di Albornoz, che per ben due volte non trova i pali nonostante una piattaforma favorevole. La follia di Elliot Dee, autore di un ingresso in ruck a spalla chiusa sulla testa di Drago, regala all’apertura argentina il calcio della vittoria, ma il 10 del Benetton sbaglia ancora. I gallesi provano a risalire il campo, ma su un in-avanti di Wegner l’arbitro fischia la fine della contesa, decretando il pareggio per 13-13 tra Dragons e Benetton.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/28-01-2022/rugby-urc-pareggio-treviso-dragons-4301147338534.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: