Under 20, al via il Sei Nazioni: per l'Italia l’obiettivo è centrare due successi

Under 20, al via il Sei Nazioni: per l'Italia l’obiettivo è centrare due successi

Il rugby internazionale ritrova il suo futuro. Da sabato 19 giugno a martedì 13 luglio torna il Sei Nazioni under 20, dopo un anno di stop alle competizioni di questa categoria. A causa del Covid è stato annullato il torneo 2020, non si sono disputate le edizioni 2020 e 2021 e Coppa del mondo e Championship (il Mondiale B). Ora i talenti nati nel 2001 e 2002 riannodano il filo interrotto nel 2019, quando l’Irlanda ha fatto il Grande Slam e la Francia vinto il secondo mondiale.

LE NOVITÀ

—   Sarà un Sei Nazioni ricco di novità. Per la prima volta si gioca in una sola sede, l’Arms Park di Cardiff in Galles; in una finestra diversa dal torneo maggiore; in una bolla sanitaria per proteggersi dal Covid; con 5 partite a distanza di 6 giorni stile World Cup; con nazioni che hanno continuato a svolgere attività domestica e altre a digiuno o quasi.

INCOGNITE E ASSENZE

—   Sarà un torneo con più incognite del solito, come spiega Massimo Brunello, il ct azzurrini. “È un Sei Nazioni un po’ anomalo, perché veniamo dall’anno di pandemia e inattività - afferma il tecnico - Le uniche nazioni dove si è giocato e gli atleti hanno minutaggio sono Francia con gli Espoirs e Inghilterra con i tanti delle Academy che militano in Premiership o Championship. Noi siamo un po’ in difficoltà, perché la serie A non ha giocato. Gli azzurrini dell’Accademia hanno fatto qualche amichevole, due in particolare con la Francia, ma solo 6-7 atleti hanno un buon minutaggio nel Top 10”. Mancheranno le due stelline della squadra. “Non avremo il seconda linea Riccardo Favretto e il mediano di mischia Stephen Varney. Il secondo per scelta, per il nostro progetto di formazione lui è già un profilo da nazionale maggiore. Il primo ha subito una concussion e si è preferito preservarlo”.

LE FAVORITE

—   Difficile fare pronostici, ma secondo Brunello “le favorite sono le solite: la Francia che viene da due titoli del mondo di fila e l’Inghilterra che ha sempre tanti talenti già utilizzati nelle prime squadre. Galles, Scozia e Irlanda dovrebbero essere alla nostra portata. Fare previsioni nell’under 20 è però improvvisato, perché ogni anno cambiano i profili dei giocatori. Di certo noi affronteremo il torneo con entusiasmo. Abbiamo una gran voglia di confrontarci e giocare, sarà la cosa più bella di questo Sei Nazioni”.

OBIETTIVO 2 VITTORIE

—   In un simile contesto l’Italia ha la possibilità di fare il Sei Nazioni migliore di sempre, se centrerà due vittorie. Finora c’è riuscita solo nel 2007 (27-10 alla Scozia, 22-21 al Galles), ma giocando con gli under 21 contro under 20. Poi per 6 volte ha chiuso con un successo, nel 2013 con un pareggio (25-25 con l’Irlanda), nelle altre 12 occasioni con 5 sconfitte. Da tre anni però non prende più il Cucchiaio di legno. Nelle amichevoli con la Francia ha sfiorato la vittoria, perdendo solo nel finale 25-24 e 34-30. Il suo allenatore è esperto e abituato a ricavare il massimo dal materiale a disposizione. Tre dati che di partenza che fanno ben sperare.

IL CALENDARIO

—   I match dell’Italia, debutto sabato alle ore 21, saranno trasmessi in diretta su Sky Sport. Gli altri saranno visibili sui canali social di Sei Nazioni e World Rugby.

1ª GIORNATA, SABATO 19 GIUGNO: Scozia-Irlanda, ore 15, Inghilterra-Francia, ore 18, Italia-Galles, ore 21.

2ª GIORNATA, VENERDÌ 25 GIUGNO: Inghilterra-Scozia, ore 15, Italia-Francia, ore 18, Galles-Irlanda, ore 21.

3ª GIORNATA, GIOVEDÌ 1 LUGLIO: Scozia-Italia ore 15, Francia-Galles ore 18, Irlanda-Inghilterra ore 21.

4ª GIORNATA, MERCOLEDÌ 7 LUGLIO: Italia-Irlanda ore 15, Francia-Scozia ore 18, Galles-Inghilterra ore 21.

5ª GIORNATA, MARTEDÌ 13 LUGLIO: Inghilterra-Italia ore 15, Irlanda-Francia ore 17.45, Scozia-Galles, ore 21.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/18-06-2021/under-20-via-sei-nazioni-l-italia-l-obiettivo-centrare-due-successi-4102079720468.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: