Top 10: sorpasso Rovigo, mea culpa Tebaldi, Vian due... Fiammate d'oro

Top 10: sorpasso Rovigo, mea culpa Tebaldi, Vian due... Fiammate d'oro

Fino all’ultimo respiro. Mai citazione del film capolavoro di Jean Luc Godard è stata più appropriata per il campionato italiano Peroni Top 10 di rugby. I due scontri diretti e il terzo match della zona play-off del 15° turno si concludono tutti con la meta o il calcio del sorpasso decisivo all’ultima azione di gioco. Non male in termini di equilibrio ed emozioni. Un antipasto di quanto aspetta i tifosi nelle semifinali per lo scudetto.

LA META DI BROGGIN

—   La capolista Petrarca Padova rischia di capitolare per la seconda volta in stagione, per mano di un redivivo Transvecta Calvisano. Finisce 18-15. Decisiva la meta del 23enne centro Marco Broggin al 76’. Sfugge alla linea di difesa e va a schiacciare fra i pali per la comoda trasformazione di Faiva. Padova nell’arco del match è in vantaggio (+5 e +3) solo una decina di minuti a cavallo dei due tempi. Gioca in inferiorità numerica mezzora per il cartellino giallo e poi quello rosso a Tito Tebaldi. Sembra non riesca a recuperare. Invece tira fuori il guizzo della squadra predestinata. In classifica è a +19 sulla seconda.

LA FRASE

—   L’ha scritta il mediano di mischia ed ex azzurro Tebaldi su Instagram, sopra a un cuore nero: “Chiedo scusa a tutti i tifosi e a tutta la famiglia del Petrarca Rugby e a Ombre Nere (il club dei sostenitori, ndr) per ciò che è successo oggi in campo”. Ovvero le scorrettezze punite con i cartellini che hanno lasciato la squadra in difficoltà. Un comportamento pieno di consapevolezza, professionalità e attaccamento all’ambiente. È forse una delle spiegazioni della forza di questo Petrarca.

IL CALCIO DI VAN REENEN

—   La FemiCz Rovigo ora è seconda grazie al sorpasso sul Valorugby Emilia, battuto a Reggio per 29-28 al termine di una gare piena di capovolgimenti di scena e del risultato. L’ultimo allo scadere. Touche in attacco per Rovigo, maul avanzante fermata scorrettamente e calcio. Mette la palla fra i pali il sudafricano Abner Van Reenen, 23 anni, autore di un 100% al piede (7 su 7) e di uno spettacolare salvataggio su una meta ormai fatta di Colombo che avrebbe deciso il match. Il Rovigo può festeggiare.

LA DOPPIETTA DI VIAN

—   Le Fiamme Oro rischiano di perdere a Viadana e di uscire dalla corsa play-off. Finisce 33-27 con i padroni di casa in vantaggio fino a 8’ dalla fine, quando la prima meta di Gianmarco Vian, 28 anni, terza linea veloce come un’ala, nazionale Seven, piazza il primo sorpasso (26-24). A 6’ dal termine un calcio di Zaridze riporta avanti Viadana (26-27). Vian concede il bis a “Trenta secondi dalla fine”, per fare un’altra citazione cinematografica, e le Fiamme Oro continuano a sperare nello scudetto. Come fa l’Hbs Colorno che vince con il bonus contro la Lazio. È quarto in classifica, ma non avendo recuperi da giocare è virtualmente dietro le due rivali anch’esse in corsa per un posto al sole.

LA SITUAZIONE

—   La classifica, con 4 recuperi da giocare: Petrarca punti 67; Rovigo* 48; Valorugby* 47; Colorno 39; Fiamme Oro* 38; Calvisano** 34; Sitav Lyons 27; Viadana 24; Mogliano* 19; Lazio 7 *partite in meno

Prossimo turno: Lazio-Calvisano, Rovigo-Petrarca (venerdì 18 marzo, anticipo Raisport ore 19), Colorno-Lyons, Fiamme Oro-Valorugby, Mogliano-Viadana.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/14-03-2022/rugby-top-10-sorpasso-rovigo-mea-culpa-tebaldi-vian-due-fiammate-d-oro-4301849642418.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: