Tanti cambi, ma le Zebre cadono ancora: sconfitta 28-14 col Tolone

Tanti cambi, ma le Zebre cadono ancora: sconfitta 28-14 col Tolone

Anche cambiando i fattori, le Zebre non cambiano il risultato finale. Nonostante i 12 volti nuovi rispetto alla formazione titolare battuta dal Biarritz sabato scorso, la franchigia federale si è dovuta arrendere anche al Tolone 28-14 (4 mete a 2) nel secondo turno di Challenge Cup.

PROVA GENEROSA

—   Certo, era difficile pensare che Tommaso Boni e compagni potessero trovare il primo successo stagionale nel tempio del Felix Mayol. Meglio allora guardare non tanto al risultato, ma a ciò che ha funzionato in una prova comunque generosa. La pressione ed il predominio territoriale costante del Tolone hanno costretto le Zebre ad un grande sforzo difensivo e dopo i 159 placcaggi messi a segno contro Biarritz, i multicolor ne hanno aggiunti altri 174 (con il rovescio della medaglia, però, di ben 27 placcaggi sbagliati e 15 falli commessi con 3 cartellini gialli). Altro numero positivo, anche in questo caso una conferma dalla partita del primo turno, è il numero dei turnover conquistati dalla difesa zebrata, ben 8 dopo i 10 contro Biarritz.

LA PARTITA

—   Da ricordare anche la bella azione alla mano che, al 35’, ha portato alla prima meta europea di Asaeli Tuivuaka. Il campione olimpico con le Fiji ha concretizzato con l’allungo vincente all’ala lo scambio stretto alla mano tra Boni e Trulla. La trasformazione di Canna ha riequilibrato il risultato di una partita che Tolone aveva sbloccato in avvio approfittando di un grande calcio 50/22 del mediano di mischia Baptiste Serin che ha portato ad una rimessa laterale ai 5 metri e ad un lungo multifase con l’affondo vincente del pilone Setiano. La partita è cambiata appena prima dell’intervallo. Il nono fallo di squadra fischiato contro le Zebre è costato il cartellino giallo a Danilo Fischetti. Tolone ne ha approfittato immediatamente per segnare ancora con un avanti (il seconda linea Roux) la seconda meta e poi aggiungendo altri 7 punti in avvio di secondo tempo con la furbizia di Serin, lesto a giocare velocemente alla mano una punizione per sorprendere la difesa italiana. La meta del bonus per i padroni di casa è arrivata al 65’: ancora in superiorità numerica per il giallo a Pierre Bruno (placcaggio pericoloso su Cheslin Kolbe), Tolone è andata in touche ai 5 metri e poi è stata premiata con una meta tecnica sull’avanzamento della maul fermato in maniera irregolare dalle Zebre con tanto di giallo a Giovanni Licata. In doppia inferiorità numerica, le Zebre hanno saputo risalire il campo e andare in meta con la maul da rimessa laterale che ha portato oltre la linea Iacopo Bianchi.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/18-12-2021/tanti-cambi-ma-zebre-cadono-ancora-sconfitta-28-14-col-tolone-430515510045.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: