Sudafrica ritorno vincente, valanga All Blacks, rivincita Irlanda

Sudafrica ritorno vincente, valanga All Blacks, rivincita Irlanda

A quasi un anno di distanza dall’ultimo match giocato, ovvero la vittoriosa finale di Coppa del Mondo con l’Inghilterra, torna in campo e torna a vincere il Sudafrica, che piega per 40-9 la Georgia. Con una valanga di 16 mete e 102 punti a zero gli All Blacks travolgono Tonga, mentre a Dublino l’Irlanda si prende la rivincita sul Giappone, che l’aveva sconfitta nella fase a gironi della rassegna iridata. Mentre i British&Irish Lions hanno aperto il loro tour in Sudafrica sconfiggendo i Lions di Johannesburg. Questo è quanto successo nei match del primo, completo weekend internazionale del rugby. Al quale, come noto, non prende parte l’Italia, che ha annullato il previsto tour in Nuova Zelanda.

ANTICIPO

—   Ad aprire il weekend è stato proprio gli Springboks campioni del mondo in carica, che a Pretoria, in un match di riscaldamento in vista dell’attesissima serie con i Lions, hanno rifilato 6 mete (senza subirne) ai georgiani: le hanno firmate l’esordiente Aphelele Fassi, Bongi Mbonambi, Cobus Reinach, Kwagga Smith, Herschel Jantjies e Malcolm Marx, con 4 trasformazioni di Handre Pollard e una di Elton Jantjes. Per i georgiani 3 piazzati di Tedo Abzhandadze. La prestazione individuale più clamorosa del sabato è stata invece quella di Will Jordan: l’ala degli All Blacks ha segnato addirittura 5 mete nel 102-0 su Tonga. Tripletta poi per il mediano di mischia Brad Weber (all’ottava presenza e prima da titolare), doppietta di Dalton Papalii e mete di Damian McKenzie, Luke Jacobson, Richie Mo’unga, Rieko Ioane, Patrick Tuipulotu e George Bridge, con 7 trasformazioni di Mo’unga e 4 di Beauden Barrett.

A Dublino (dove non si giocava da 17 mesi), poi, seppur a fatica, l’Irlanda ha domato il Giappone (39-31) prendendosi la rivincita per la clamorosa sconfitta subita un anno fa nella fase a gironi della Coppa del Mondo. Vittoria tutt’altro facile, con il primo tempo chiuso avanti di appena 2 punti e poi di nuovo sul 33-31 al 57’ dopo la meta di Naoto Saito. Ci ha quindi pensato Joey Carbery con 2 piazzati (61’ e 70’) a togliere le castagne dal fuoco e a mettere al sicuro la vittoria.

LIONS CONTRO LIONS

—   Sempre sabato, prima tappa del tour sudafricano e prima vittoria per i British&Irish Lions diretti da Warren Gatland, che hanno sconfitto per 65-14 i Lions di Johannesburg. Riflettori sull’ala gallese Josh Adams, autore di 4 mete. Le altre le hanno segnate i connazionali Louis Rees-Zammit, Gareth Davies e gli scozzesi Hamish Watson e Ali Price, con l’inglese Owen Farrell che la ha trasformate tutte e 8. Nel test che infine oggi ha completato il programma, l’Inghilterra ha sconfitto per 19-3 gli Stati Uniti a Twickenham con le mete di Sam Underhill, Olie Lawrence, Joe Cockanasiga (2), Jamie Blamire, Harri Randall e dell’esordiente Marcus Smith, il mediano di apertura degli Harlequins, che ne ha trasformate 5.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/04-07-2021/test-internazionali-rugby-4102494574114.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: