Sergio Parisse dice basta: “Smetto a fine stagione“

Sergio Parisse dice basta: “Smetto a fine stagione“

A meno di due giorni dal suo trentottesimo compleanno, Sergio Parisse ha annunciato che questa sarà la sua ultima stagione da giocatore di rugby. “Non voglio tirare troppo la corda”, ha detto il leggendario numero 8 azzurro all’agenzia francese AFP. “È una questione esclusivamente fisica, perché a livello mentale mi sento fresco”. Dopo una stagione tormentata da infortuni che ne avevano messo in discussione l’integrità fisica e che avevano avuto come conseguenza l’addio dopo 14 anni a Parigi e alla sua squadra di sempre, lo Stade Francais, Parisse si era accasato nel 2019 al Tolone, per quello che quasi tutti avevano interpretato come un anticipo del passo di addio.

PAROLE

—   Nonostante sia stato quasi sempre obbligato a parlare alla stampa in ossequio al suo ruolo di capitano, Parisse ha sempre evitato proclami e personalismi e anche nel momento più difficile, quello dell’addio allo Stade, aveva lasciato che a parlare fossero gli altri, incassando più di un colpo basso e assaggiando anche l’amaro calice dell’ingratitudine. Ha fatto quindi parlare il campo, che ha emesso il solito verdetto: messi da parte i problemi fisici che si stavano ripetendo anche a causa di un eccessivo utilizzo e logorio, si è trasformato nel trascinatore del Tolone, divenendone un leader. Tanto che con la prospettiva di un ritiro alla fine della scorsa stagione, la dirigenza rossonera aveva messo in piedi una corte serratissima per convincerlo a rimandare di un anno. E i risultati si sono visti, perché sin dalla prima giornata di campionato (nel 24-24 con il Montpellier di sabato scorso) Parisse ha messo in chiaro una cosa: in campo comanda sempre lui. “Vorrei restare nel mondo del rugby”, ha detto all’AFP. “E’ quello che mi piace fare. Ho già diverse opzioni per il mio post-carriera. Sto aspettando di vedere le posizioni che si apriranno nei prossimi mesi, sia da allenatore che da dirigente. Vedremo in base alle occasioni. Ma spero di poter continuare a vivere nel cuore della mia passione”.

CAPS

—   Sarà dunque questa la sua diciassettesima e ultima stagione nel campionato francese. Con 142 caps in azzurro, Parisse è invece il terzo giocatore con più presenze a livello internazionale, alle spalle del gallese Alun Wyn Jones (160 e ancora in campo) e del neozelandese Richie McCaw (148). “Tutti conoscono il loro corpo e sanno cosa sono capaci di fare. Sapevo di avere la forza mentale e fisica per fare un’ultima stagione. Ma a 38 anni, ci sono domande che ti devi porre. Ne abbiamo parlato con il club e siamo d’accordo che questa è la decisione migliore. Ora non mi resta altro da fare che godermi ogni minuto di ogni partita che giocherò”. Anche un’ultima in azzurro magari ai test di novembre? Anche se, a giudicare da quel che sta mostrando con la maglia rossonera del Tolone, un posto in squadra anche al Sei Nazioni non sarebbe un regalo, tanto meno un omaggio (che per altro si sarebbe più che meritato): l’Italia può davvero permettersi di rinunciare a un giocatore come lui?

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/10-09-2021/rugby-sergio-parisse-dice-basta-smetto-fine-stagione-4201151672821.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: