Rugby, Italdonne verso il Mondiale in Nuova Zelanda: obiettivo qualificazione

Rugby, Italdonne verso il Mondiale in Nuova Zelanda: obiettivo qualificazione

L’Italdonne giocherà in casa il girone di qualificazione europea alla Coppa del mondo di rugby femminile, in programma dall’8 novembre al 12 dicembre 2022 in Nuova Zelanda. La decisione, nell’aria da tempo, è stata ufficializzata da World Rugby e dalla Federazione italiana. Un’opportunità in più per centrare l’obiettivo, a cui le azzurre si stanno preparando con una serie di raduni proprio a Parma, sede del torneo.

DATE E RIVALI

—   Le giornate di gara si disputeranno il 13, 19 e 25 settembre allo stadio “Lanfranchi”. Le rivali saranno Irlanda, Scozia e Spagna (vincitrice del campionato di Rugby Europe), all’interno di un girone all’italiana. La vincitrice andrà alla Coppa del mondo, la seconda al girone di ripescaggio che metterà in palio un altro posto. L’obiettivo più realistico per le giocatrici del ct Andrea Di Giandomenico sembra quest’ultimo. L’Irlanda, battuta solo una volta nel Sei Nazioni (29-27 nel 2019), appare un ostacolo difficile da superare. In virtù anche della sconfitta 25-5 subita il 24 aprile nell’ultima sfida. Ma un pensierino al primo posto è legittimo farlo visto il terreno di gioco, la crescita di competitività e il 7° posto dell’Italia nel ranking mondiale rispetto a Irlanda 8°, Spagna 9° e Scozia 11°.

RESILIENZA

—   “C’è uno straordinario messaggio di resilienza italiana nella designazione del nostro Paese quale sede del torneo di qualificazione alla World Cup - commenta soddisfatto Marzio Innocenti, presidente della Fir - Il rugby italiano è passato attraverso mesi di pura e sofferenza senza mai abbassare la testa, interrogando se stesso su come tornare a diventare padrone del proprio destino, avendo come priorità la salute e la sicurezza degli atleti. Questo lavoro ha prodotto protocolli, linee guida e procedure di alto livello, che World Rugby ha voluto riconoscere e accreditare internazionalmente decidendo per l’assegnazione a Parma del torneo”. Saranno coinvolte anche Reggio Emilia e altre località come base di allenamento delle nazionali.

QUALIFICATE

—   Nove squadre sono già qualificate alla rassegna iridata. Nuova Zelanda, Inghilterra, Francia, Canada, Stati Uniti, Australia Galles in virtù dei piazzamenti ottenuti alla World Cup 2017. Sudafrica e Figi attraverso i tornei delle proprie zone geografiche. Tre i posti ancora disponibili: uno europeo e uno asiatico nei rispettivi tornei di qualificazione; il 12° in quello di qualificazione finale fra tutti i continenti, i cui dettagli saranno resi noti. L’Italia ha partecipato a 4 edizioni dei Mondiali giungendo 7ª nel 1991, 12ª nel 1998 e 2002, 9ª nel 2017.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/11-08-2021/rugby-italdonne-il-mondiale-nuova-zelanda-obiettivo-qualificazione-420365775307.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: