Rovigo più forte del Covid nella prima partita del 2022

Rovigo più forte del Covid nella prima partita del 2022

Quindici assenze legate al Covid nella FemiCz Rugby Rovigo e cinque nell’Hbs Colorno. L’hanno chiamata la partita dei “sopravvissuti”, perché alle altre tre sfide di giornata è andata peggio. Sono saltate tutte a causa della pandemia. È finita con uno scoppiettante 37-26 (4 mete per parte) a favore dei padroni di casa rodigini, che quando incontrano l’ex tecnico Casellato soffrono sempre il suo gioco funambolico.

RISPOSTA AL COVID

—   È cominciato così oggi allo stadio “Battaglini” di Rovigo il 2022 del rugby italiano. Qui si è giocata la prima partita dell’anno, l’unica valida per il 3° turno della Coppa Italia. Fiamme Oro-Lazio (anch’essa girone 2), Sitav Lyons Piacenza-Petrarca Padova e Valorugby Emilia-Viadana (girone 1) non si sono disputate. Secondo il regolamento della Federugby la squadra che chiede il rinvio per Covid perde a tavolino per 20-0. I 5 punti in classifica vanno dunque a Fiamme Oro, Petrarca e Valorugby. In questo modo la fase eliminatoria di Coppa Italia potrà essere completata entro il 22 gennaio, designando le due finaliste senza bisogno dei recuperi. Una scelta obbligata, già adottata dalle coppe europee, e accettata dai 10 club in lizza per non intasare un calendario già messo a dura prova dai recuperi di campionato, al momento 12. Così il rugby italiano risponde all’emergenza Covid. Coppa Italia e Peroni Top 10 si giocano; l’Urc di Treviso e Zebre è nel limbo dei rinvii; gli altri tornei dalla serie A in giù sono sospesi fino al 30 gennaio.

LA PARTITA

—   Proprio grazie a questa sospensione i detentori di scudetto e Coppa Italia del Rovigo hanno potuto chiedere in prestito 4 giocatori al Badia (serie A) fino a fine gennaio per rimpolpare la rosa decimata. Nella sfida contro il Colorno Fabio Michelotto ha giocato 80’ in seconda linea, Smith Wian (ala), Nicolò Chimera (terza linea) sono subentrati e hanno contribuito alla vittoria che tiene la FemiCz in corsa per la finale. Il primo tempo si chiude 14-14 con le mete di Luca Buondonno (bella azione corale alla mano) e Mey (intercetto dopo un placcaggio) che pareggiano i conti con quella di Lubian (pick and go) e i calci di Van Reenen. Rovigo superiore nel possesso e occupazione, Colorno più efficace. Nella ripresa la FemiCz prende il largo concretizzando lo strapotere in mischia e la superiorità numerica (giallo ad Appiah) con le mete da maul (Lubian, Momberg) e quella di Sarto raccogliendo un cross kick. Ma il gioco spumeggiante alla mano dell’Hbs (Del Bono, Sapuppo) permette agli emiliani di restare sempre minacciosi fino al fischio finale.

COPPA ITALIA

—   Con questa vittoria Colorno è di fatto tagliato fuori dalla corsa alla finale. Sabato scontri decisivi Rovigo-Transvecta Calvisano e Petrarca-Valorugby. Classifiche. Girone 1: Petrarca 15 punti, Valorugby 10, Mogliano 5, Viadana e Lyons 0. Girone 2: Fiamme Oro 12 punti, Rovigo 7, Calvisano 6, Colorno 5, Lazio 1.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/08-01-2022/rugby-covid-rovigo-batte-colorno-coppa-italia-430822717657.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: