Rovigo, che scudetto! Numeri e curiosità dell'impresa da outsider

Rovigo, che scudetto!  Numeri e curiosità dell'impresa da outsider

Lo scudetto numero 90, vinto dalla FemiCz Rovigo in finale 23-20 sull’Argos Petrarca, conferma il dominio del Veneto nell’albo d’oro del campionato. Dal 1929 ben 47 titoli tricolori sono andati a squadre della regione leader del nostro rugby, il 52,22%. Se partiamo dal 1951, anno del primo trionfo, diventano 47 scudetti su 70, il 67,14%.

L’ALBO D’ORO

—   Spulciando l’albo d’oro del campionato italiano vediamo come le ultime finaliste Rovigo e Padova siano ora appaiate con 13 scudetti a testa. Sono le due realtà più blasonate del Peroni Top 10. Amatori Milano (18 titoli) e Benetton Treviso (15) per motivi opposti non partecipano più alla competizione. Segue il Calvisano (7) che interrompe a 6 la serie di finali consecutive (2014-19), eguagliando quella del 2001-06 e restando dietro solo alle 8 di Treviso (2003-10). L’era play-off è iniziata nel 1988. Prima il titolo si assegnava con girone all’italiana o altre formule. A 5 scudetti troviamo Fiamme Oro (quando erano a Padova), L’Aquila, Roma; a 3 Parma; a 2 Partenope Napoli; a uno Torino, Brescia, Viadana e Mogliano. I tutto 14 società per 90 titoli.

GLI ALLENATORI

—   Proprio con il Mogliano (2013) ha vinto il primo titolo da allenatore Umberto Casellato. Con il bis a Rovigo raggiunge a due scudetti il cugino Andrea Cavinato, entrambi sono trevigiani, il rodigino Massimo Brunello, il livornese Gianluca Guidi, il sudafricano Franco Smith. Fra i tecnici in attività il primato è del neozelandese Craig Green (4), a livello assoluto di Giuseppe Sessa (7).

SU DUE FRONTI

—   Tra i giocatori da segnalare la curiosità di Andrea Menniti-Ippolito, mediano d’apertura capace di vincere nel giro di 3 anni due scudetti con le maglie delle storiche rivali del derby d’Italia: nel 2018 con il Petrarca, nel 2021 con il Rovigo. C’erano già riusciti il mediano di mischia Alberto Chillon (2011-2016) e l’ala Dino De Anna (1976-1977).

L’ERA PLAYOFF

—   Inizialmente con questa formula si giocavano quarti di finale o barrage coinvolgendo le squadre di A2. Poi ci si è limitati alle semifinali, alle quali finora sono approdate 17 squadre. L’unica ad averli sempre disputati è il Treviso 23 volte, poi è passato in Pro

  1. Seguono Calvisano 20, Petrarca 18, Rovigo 17, Viadana 13, Milano 9; L’Aquila, Roma e Mogliano 5; San Donà 4, Prato 3; Parma, Fiamme Oro e Valorugby 2; Catania, Gran Parma e Crociati 1.

VITTORIE DA OUTSIDER

—   Per 19 volte su 33 play-off la squadra arrivata prima in regular season ha poi vinto la finale e lo scudetto. Il Rovigo nel 2021 è l’ottavo club a laurearsi campione d’Italia partendo dal secondo posto. Quattro volte c’è riuscito chi partiva dal terzo, una volta dal quarto (il Mogliano di Casellato nel 2013) e addirittura una dal quinto, quando si giocavano anche i quarti di finale: il Treviso allenato da Pierre Villepreux, con Casellato mediano di mischia.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/08-06-2021/rugby-rovigo-che-scudetto-numeri-curiosita-impresa-outsider-4101708960008.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: