Petrarca inarrestabile: Panunzi e Zini stendono Rovigo nel derby

Petrarca inarrestabile: Panunzi e Zini stendono Rovigo nel derby

È un Argos Petrarca davvero imbattibile. A Padova vince 27-25 anche il derby d’Italia contro la FemiCz Rovigo, giunto alla 169ª sfida di campionato e alla 27ª con in palio l’Adige Cup, e fa sempre più il vuoto in testa al Top 10 di rugby. A tre giornate dalla fine della regular season aggiorna a 13 vittorie e un pari il suo record, porta a 11 i punti di vantaggio sulla seconda (con una gara da recuperare), blinda il primato e può ora concedersi il turn over e il recupero dei diversi giocatori oggi assenti o non al 100%.

MATCH DI LIVELLO

—   Il derby è stato come sempre una partita vera, con tre mete per parte, tante emozioni e un dato significativo. Sono stati commessi solo 12 falli (7 dei padroni di casa, 5 degli ospiti). Appena 3 nel primo tempo, più un calcio di seconda. Un dato più consono a un match internazionale che di campionato. La prova che le gare di alto livello in campionato possono privilegiare il gioco e non l’ostruzionismo. Merito delle due squadre e del metro arbitrale adottato dal miglior fischietto italiano, Matteo Liperini. Il Petrarca ha sfoggiato una coppia mediana Matteo Panunzi-Luca Zini giovane (classe 1997-98), intraprendente, capace con le sue giocate di trovare spesso la linea del vantaggio. I due hanno segnato una meta a testa, Zini è stato eletto uomo del match. La marcatura petrarchina che ha dato il via alla cavalcava l’ha siglata l’ala Tommaso Coppo. C’è un sospetto di in avanti, la palla sembra sfuggirgli mentre schiaccia dalle immagini streaming, ma non essendoci a questo livello il Tmo fa fede quanto decide l’arbitro.

TRE METE A TESTA

—   Rovigo è stato sempre in svantaggio tranne in due frangenti per pochi minuti. Ma ha sempre saputo rispondere colpo su colpo. Prima con la meta di Giacomo Nicotera, bell’incrocio con Diego Antl; poi con quella su maul da penaltouche del “gigante” sudafricano Lubabalo Mtyanda (148 chili); poi concretizzando una serie di raccoglie e vai degli avanti con Lorenzo Citton. Decisiva la precisione dei calciatori: 5 su 5 di Cameron Lyle per Padova, 3 su 5 di Andrea Menniti Ippolito (1/1 Luca Borin) per Rovigo. Cinque punti fatali nel punteggio, come il mancato drop che Menniti era già pronto a calciare nell’ultima azione a tempo scaduto. Rovigo ha preferito insistere col maul e ha preso turn over.

CLASSIFICA: Padova* 63; Rovigo 52; Calvisano* 46; Valorugby Emilia** 45; Mogliano* 34; Viadana* 30; Fiamme Oro* 28; Lyons Piacenza 27; Colorno** 13; Lazio* 4. *: partite in meno

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/27-03-2021/rugby-petrarca-inarrestabile-panunzi-zini-stendono-rovigo-derby-4001843882054.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: