Partita la corsa al Mondiale donne. Il c.t.: “Giochiamo in casa, un'arma in più“

Partita la corsa al Mondiale donne. Il c.t.: “Giochiamo in casa, un'arma in più“

Sara Barattin verso il traguardo delle 100 presenze, è a quota 98, sarebbe la prima giocatrice italiana a centrarlo. L’Italdonne di rugby con l’obiettivo della qualificazione, in prima o seconda battuta, alla Coppa del Mondo del 2022 in Nuova Zelanda. Fra questi due binari, individuale e di squadra, corre la convocazione di 28 atlete diramata oggi dal c.t. Andrea Di Giandomenico per il torneo di qualificazione iridata. Gli incontri tra Italia, Spagna, Scozia e Irlanda si svolgeranno allo stadio Sergio Lanfranchi di Parma lunedì 13, venerdì 19 e sabato 25 settembre. La formula è il girone all’italiana. Il calendario uscirà giovedì 2 settembre. Secondo indiscrezioni le italiane affronteranno nell’ordine le scozzesi (battute nell’ultimo Sei Nazioni 41-20), le irlandesi (sconfitta 25-5) e le spagnole (vittoria 20-15 ai supplementari nell’ultimo scontro diretto, ai Mondiali 2017).

QUALIFICAZIONE

—   Si qualifica alla World Cup la prima classificata, per riuscirci bisogna centra l’impresa di battere l’Irlanda (2 vittorie e 16 sconfitte negli scontri diretti). La seconda classificata accede al torneo di ripescaggio mondiale, dove ha un’altra chance di qualificazione. Questo è l’obiettivo più realistico delle azzurre. Se lo giocheranno probabilmente contro la Spagna (scontri diretti 3-9, ma Italia in crescita), mentre la Scozia (14-6 e un pari) pare destinata a fare da “materasso” come al Sei Nazioni.

RADUNO

—   Le Azzurre si ritroveranno a Parma mercoledì 8 settembre. Dopo che i tamponi molecolari insieme ai membri dello staff, inizieranno la preparazione alla Cittadella del Rugby. Fra le 28 convocate mancano solo 3 atlete del Sei Nazioni, Sofia Rolfi, Erika Skofca e Silvia Turani (convocata nel corso del torneo). Quattro le esordienti assolute: Sara Seye (convocata al torneo, ma non utilizzata), Vittoria Vecchini, Emma Stevanin, Francesca Granzotto. Ilaria Arrighetti può centrare la 50esima presenza.

IL TECNICO

—   “Dopo una lunga serie di rinvii e riprogrammazioni siamo finalmente pronti a scendere in campo - spiega Di Giandomenico -. È stato un periodo complesso per l’intero movimento, grazie all’impegno di tutti siamo riusciti a mantenere un ottimo livello generale. Abbiamo lavorato bene durante i raduni estivi, arriviamo preparati e consapevoli della sfida che ci attende. Poter giocare in Italia sicuramente ci dà una spinta in più, ma ci attendono tre incontri duri. Credo che il torneo sarà molto equilibrato e stimolante in considerazione dell’alto livello qualitativo delle quattro squadre. La partecipazione alla Coppa del Mondo è un nostro obiettivo faremo il massimo per raggiungerlo”.

LE CONVOCATE

—   PILONI: Lucia Gai (Valsugana Rugby Padova, 73 caps), Gaia Maris (Valsugana Rugby Padova, 3 caps), Michela Merlo (Rugby Calvisano, 9 caps), Sara Seye (Rugby Calvisano, esordiente); TALLONATORI: Melissa Bettoni (Stade Rennais, Francia, 61 caps); Lucia Cammarano (Rugby Belve Neroverdi, 27 caps); Vittoria Vecchini (Valsugana Rugby Padova, esordiente); SECONDE LINEE: Giordana Duca (Valsugana Rugby Padova, 21 caps); Valeria Fedrighi (Stade Toulousain, Francia, 25 caps); Isabella Locatelli (Rugby Monza 1949, 25 caps); Sara Tounesi (ASM Romagnat, Francia, 18 caps); TERZE LINEE: Ilaria Arrighetti (Stade Rennais, Francia, 48 caps); Giada Franco (Rugby Colorno, 18 caps); Elisa Giordano (Valsugana Rugby Padova, 46 caps); Francesca Sgorbini (ASM Romagnat, Francia, 8 caps); Beatrice Veronese (Valsugana Rugby Padova, 6 caps); MEDIANI DI MISCHIA: Sara Barattin (Arredissima Villorba, 98 caps); Sofia Stefan (Valsugana Rugby Padova, 59 caps); MEDIANI DI APERTURA: Veronica Madia (Rugby Colorno, 22 caps); CENTRI: Beatrice Rigoni (Valsugana Rugby Padova, 46 caps); Michela Sillari (Valsugana Rugby Padova, 60 caps); Emma Stevanin (Valsugana Rugby Padova, esordiente); Alyssa D’Incà (Arredissima Villorba, 1 cap): ALI/ESTREMI: Manuela Furlan (Arredissima Villorba, 78 caps) - Capoitano; Francesca Granzotto (Arredissima Villorba, esordiente); Maria Magatti (CUS Milano, 36 caps); Aura Muzzo (Arredissima Villorba, 17 caps); Vittoria Ostuni Minuzzi (Valsugana Rugby Padova, 6 caps).

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/01-09-2021/rugby-mondiale-donne-ct-giochiamo-casa-arma-piu-420905592294.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: