L'Italrugby riparte da Lamaro nuovo capitano: “Orgoglioso“

L'Italrugby riparte da Lamaro nuovo capitano: “Orgoglioso“

Con qualche ora di anticipo rispetto all’obbligo previsto per l’appuntamento con la stampa di domani, è stato annunciato oggi il nome del nuovo capitano della Nazionale italiana di rugby: sarà Michele Lamaro. Il 23enne flanker romano raccoglie il testimone dal tallonatore Luca Bigi e guiderà per la prima volta gli azzurri sabato 6 novembre proprio nella sua Roma nella sfida con gli All Blacks, il test che aprirà le Autumn Nations Series. La decisione del nuovo c.t. Kieran Crowley è arrivata nella prima giornata di lavoro al raduno di Verona, dove l’Italia ha iniziato a prepararsi anche alle altre sfide con Argentina (il 13 a Treviso) e Uruguay (il 20 a Parma).

CAPITANO

—   Lamaro è alla quarta stagione alla Benetton Treviso e da quest’anno ne è anche co-capitano. “Il mio primo pensiero, dopo avere ricevuto la notizia, è andato subito alla mia famiglia - dice il neo capitano azzurro - e a tutte le persone che mi hanno supportato in questi anni e che hanno contribuito in modo importante alla mia crescita. Ho avuto predecessori illustri in questo ruolo. Farò del mio meglio per aiutare l’Italia a raggiungere gli obiettivi prefissati. È un grande orgoglio per me aver ricevuto i gradi”. Capitano giovanissimo e con appena 7 caps in azzurro, ma con una condizione intorno che potrebbe aiutarlo: “La figura del capitano nel tempo ha subito una evoluzione. Ora c’è un gruppo di giocatori di esperienza che offrono il loro supporto nella gestione del gruppo. Avere a disposizione più punti di riferimento è un aspetto fondamentale in una squadra”. A farlo esordire in Nazionale un anno fa era stato l’allora c.t. Franco Smith, a Parigi con la Francia. Cresciuto fra Primavera e Lazio, è esploso al Petrarca Padova, vincendo nel 2018 scudetto e premio quale miglior giocatore del campionato.

CROWLEY

—   In una Nazionale comunque molto giovane, Lamaro spicca per doti caratteriali e tecniche. Come sottolinea Crowley: “Fra i molti giovani che hanno esordito in un arco temporale molto ristretto, Lamaro è uno degli atleti che ha mostrato una grande crescita dal punto di vista tecnico e di leadership, con una maturazione costante che lo ha portato, dopo aver ricoperto il ruolo nelle nazionali giovanili, a guidare anche la Benetton. Voglio anche ringraziare Bigi per l’approccio avuto e per il lavoro svolto da capitano. Continuerà a essere un tassello importante nel gruppo dei leader della squadra”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/25-10-2021/italrugby-nuovo-capitano-lamaro-benetton-intervista-4202059634312.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: