Le Zebre vincono anche il secondo derby: Treviso battuta 18-16

Le Zebre vincono anche il secondo derby: Treviso battuta 18-16

C’è la zampata delle Zebre anche sul secondo derby italiano di Pro14. Dopo aver espugnato Monigo la scorsa settimana, la franchigia federale si ripete anche in casa (dove non batteva Treviso dal 2015, anno anche dell’ultima doppietta nella sfida italiana), sorpassando nel finale con due calci piazzati di Antonio Rizzi che fissano il punteggio sul 22-18. Come al solito, non è stata una partita particolarmente spettacolare sotto gli occhi di uno staff tecnico della Nazionale che ha purtroppo dovuto prendere nota dell’infortunio di Simone Ferrari, rimasto a terra dopo 15’ in seguito ad un brutto movimento del ginocchio sinistro su un cambio di direzione. Perdere il proprio pilone destro così presto non ha di certo aiutato il Benetton, che in mischia chiusa ha sofferto per tutta la partita. Rispetto alla gara di Monigo ha però funzionato meglio la rimessa laterale, che ha concesso qualche pallone pulito in più per innescare l’attacco e ha anche rubato un paio di possessi offensivi pericolosi alle Zebre.

DUE GIALLI

—   I padroni di casa hanno chiuso avanti 8-6 una prima frazione di gioco molto tattica grazie alla meta segnata da Biondelli proprio sull’ultimo possesso del tempo. A sbloccare la partita nei secondi 40’ sono stati due cartellini gialli. Il primo, ai danni di Alongi per una serie di falli nei propri 22, ha dato la possibilità alle Zebre di allungare fino al +10 con il calcio di Canna e la meta di Mbandà, pronto ad andare in sostegno di Palazzani partito palla in mano dalla base di una mischia ordinata avanzante. Un vantaggio che sembrava comodo, ma che le Zebre non sono riuscite a gestire, mettendosi in difficoltà da sole con un paio di ingenuità. Il cartellino giallo a Meyer per un placcaggio pericoloso ha spianato la strada alla meta di Lucchesi (16-11 al 62’). Quindi l’errore di D’Onofrio nell’esecuzione di un calcio di seconda ha regalato al Benetton una mischia nei 22 d’attacco sui cui sviluppi è poi arrivata la meta di un ottimo Lamaro. La trasformazione di Garbisi ha ribaltato il risultato, portando i Leoni avanti 16-18 al 66’. Ritrovata la parità numerica, però, le Zebre si sono riaffacciate in attacco, trovando ancora nella mischia la chiave del successo. Proprio da un fallo fischiato contro la prima linea di Treviso è arrivato il calcio del controsorpasso firmato da Rizzi al 73’. L’apertura friulana si è poi ripetuta anche al 78’ punendo un nuovo fallo fischiato da Mitrea contro il Benetton nei punti d’incontro.

DUBBI EUROPEI

—   Treviso racimola un nuovo punto di bonus difensivo, ma resta ancora senza vittorie nel torneo celtico. Per le Zebre si allunga invece una serie positiva di tre successi (e quattro risultati utili) considerando anche il pareggio con Bayonne e la vittoria con Brive in Challenge Cup. La prossima settimana tornerà proprio la coppa europea, anche se le restrizioni imposte dal governo francese mettono a rischio le sfide di Treviso ad Agen (venerdì) e delle Zebre in casa con Brive (sabato).

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/09-01-2021/rugby-zebre-vincono-anche-secondo-derby-treviso-battuta-18-16-3902356530815.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: