Lamaro: “Questa Italia ha carattere, paghiamo errori individuali“

Lamaro: “Questa Italia ha carattere, paghiamo errori individuali“

Nessun bilancio preventivo, “manca ancora una partita importantissima”. E’ la mentalità con la quale il capitano Michele Lamaro e la Nazionale italiana di rugby stanno preparando la sfida di domani con il Galles a Cardiff (ore 15.15), nel match che aprirà la quinta e ultima giornata del Sei Nazioni di rugby. “Sarà una battaglia e non vogliamo restare indietro”, dice Lamaro.

ESPERIENZA

—   Che, bilanci a parte, non può non ammettere che la squadra da questo Sei Nazioni “sta imparando tantissimo”. L’esperienza che manca a tanti giovani azzurri è infatti innegabile, fin quando non inizia però a diventare una scusa, per questo Lamaro è ben attento a dosare le parole: “Abbiamo iniziato a creare un gruppo che andrà avanti per questa strada, abbiamo rivisitato diverse criticità che erano emerse a novembre per provare a metterle a posto e, ad esempio, siamo cresciuti dal punto di vista dei calci di punizione concessi, dal punto di vista difensivo e anche un po’ offensivo, almeno nell’ultima partita con la Scozia. Non sono capitano da molto tempo, ma posso dire che il gruppo si sta amalgamando molto bene, perseguiamo un obiettivo comune. Purtroppo i risultati non arrivano e non siamo riusciti a restare in partita, a contatto nel punteggio fino alla fine in quasi tutte le partite. Ma di certo si è visto carattere. Non ammetto che si metta in discussione il nostro impegno, che si dica che non facciamo abbastanza: in campo mettiamo tutto l’impegno e la passione, semplicemente a volte si gioca meno bene e le cose non vengono”.

CAPS

—   E, sempre a proposito di esperienza, Lamaro ricorda che al Galles quella non può certo mancare: “Loro ne hanno tantissima, basti pensare che Alun Wyn Jones rientra e tocca quota 150 caps, mentre Dan Biggar ne farà 100. In questo Torneo, a dispetto delle difficoltà e delle assenze, hanno dimostrato di essere una squadra capace di restare in partita per tutti gli 80 minuti e che avrebbe potuto anche vincere, come con la Francia e l’Inghilterra. Noi per metterli in difficoltà dobbiamo partire come sempre dalla difesa, con una solida base insinuare in loro dei dubbi e dopo provare a essere incisivi in attacco palla in mano e negli spazi che si potrebbero aprire. Non siamo pienamente soddisfatti di come abbiamo difeso con la Scozia, non tanto per il sistema, ma per qualche errore individuale di troppo. Non siamo stati accesi per tutti gli 80 minuti. Perché poi quando siamo riusciti a difendere su loro multifase nel secondo tempo poi abbiamo avuto ottimi palloni in attacco. Il Galles è una squadra fisica che sa sfruttare gli spazi. Biggar sa dove attaccare e sa far circolare la palla per innescare i compagni nel migliore dei modi. Non dobbiamo permettere agli avanti di prendere metri. Il breakdwon sarà fondamentale come in ogni partita: se non vinci i punti d’incontro, non hai palloni veloci e di qualità e le difese si posizionano meglio. Anticipare il lavoro del portatore e del sostegno è la chiave per essere più efficaci”.

PILONE

—   Proprio a Cardiff nella prima giornata del Sei Nazioni di due anni fa esordiva in azzurro Danilo Fischetti. Il 24enne pilone romano sa bene che tipo di sfida lo aspetta: “Rispetto alle prime partite, oggi entro in campo con più confidenza, ma al tempo stesso con la consapevolezza di sfidare le cinque squadre più forti del mondo. Gli errori fanno parte del gioco, stiamo lavorando per cercare di limitarli al massimo. Io a Cardiff ho esordito c’è un’atmosfera che non trovi ovunque, in più il ritorno di una colonna come Wyn Jones e i 100 caps di Biggar daranno loro più spinta e motivazione. Ma a noi poco importa: noi vogliamo mettere in campo la nostra prestazione”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/18-03-2022/rugby-sei-nazioni-italia-galles-lamaro-azzurri-carattere-paghiamo-errori-individuali-4301908924396.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: