La Francia dà il via libera: i transgender potranno giocare

La Francia dà il via libera: i transgender potranno giocare

Via libera dalla Federugby francese: le persone transgender potranno partecipare a tutte le competizioni ufficiali della prossima stagione. L’annuncio è arrivato nella Giornata mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. “Da tempo la pratica del rugby è coerente con la vita che abbiamo scelto e non a quella assegnataci, abbiamo deciso di consentire a transidentitari, transessuali e transgender di partecipare a tutti i suoi competizioni ufficiali” si legge nel comunicato rugby francese.

LA PRIMA

—   È la prima federazione sportiva francese a includere atleti transgender nei regolamenti. La decisione è arrivata dopo il consulto con la commissione antidiscriminazione e parità di trattamento “per avviare un vero cambiamento per la piena e incondizionata integrazione della comunità Lgbt nel rugby”. Le donne trans “non operate” dovranno inoltre certificare di “essere in trattamento ormonale da almeno 12 mesi” e di non superare la soglia di 5 nanomoli / litro di livelli di testosterone. Una commissione studierà tutti i casi “per convalidare l’ineguaglianza dei modelli e in uno spirito di inclusione”, secondo la Federugby transalpina.

IL NO MONDIALE

—   Nell’ottobre scorso la federazione mondiale di rugby aveva “raccomandato” che le donne trans non gareggiassero nelle sue competizioni femminili d’élite o internazionali, dove “la forza, la potenza e la velocità sono cruciali”. La questione della partecipazione delle donne trans allo sport femminile è dibattuta. Diverse atlete, tra cui Martina Navratilova, Kelly Holmes e Paula Radcliffe, hanno espresso preoccupazione per il possibile danno che la partecipazione di atleti potenzialmente trans potrebbe portare. E negli Stati Uniti la questione è allo studio della giustizia a livello federale.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/17-05-2021/rugby-francia-da-via-libera-transgender-campo-4101098919973.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: