Ecco la prima Italia di Crowley: torna Minozzi, ma Allan dice “no“

Ecco la prima Italia di Crowley: torna Minozzi, ma Allan dice “no“

C’è chi dice no. E c’è chi dice si dopo aver detto no. Dopo avere saltato per scelta personale l’ultimo Sei Nazioni e aver detto “no” all’ex c.t. Franco Smith, torna in azzurro Matteo Minozzi. Ma al ritorno dell’estremo dei Wasps, fa da contraltrare il “no” pronunciato stavolta da Tommy Allan alla chiamata del nuovo allenatore della Nazionale italiana di rugby Kieran Crowley. Che ha annunciato oggi il gruppo di 34 giocatori con i quali dal 24 ottobre nel raduno di Verona inizierà a preparare le tre sfide dei test autunnali con All Blacks (il 6 novembre a Roma), Argentina (il 13 a Treviso) e Uruguay (il 20 a Parma).

SPIEGAZIONI

—   Se lo scorso anno alla base della decisione di Minozzi, almeno dal punto di vista delle dichiarazioni pubbliche, c’era la volontà di mettersi a disposizione del nuovo club per ritagliarsi uno spazio, lo stesso può ipotizzarsi sia alla base della decisione di Allan. Crowley ha spiegato così: “Non c’è per ragioni personali, ne abbiamo parlato e rispetto questa decisione. Non ha chiuso la porta, semplicemente non è disponibile per questi impegni”. Chiaro che Allan, da pochi mesi agli Harlequins, abbia la necessità di passare più tempo con il club per inserirsi e sfruttare le occasioni che avrà con la partenza degli altri nazionali. Sempre a proposito di singoli, Crowley ha nominato Sergio Parisse tra gli assenti per infortunio. Protagonista di un grande avvio di stagione con il Tolone, il leggendario numero 8 azzurro sarà out fino a dicembre per l’intervento allo scafoide. A domanda vaga, Crowley ha risposto con una banalità, confermando di averlo sentito sia prima (tra l’altro è noto che ci sia stato un incontro) che dopo l’infortunio, ma l’averlo nominato nella lista degli indisponibili lascia supporre che il c.t. ritenga Parisse una opzione sempre valida. Crowley che non ha invece dato conferme sul ruolo di capitano: sarà ancora Luca Bigi? “Voglio parlarne prima con la squadra, lo decideremo e comunicheremo nella prima settimana di raduno”. Anche se non è detto che il gruppo con il quale si inizierà a lavorare sarà poi quello che verrà chiamato ad affrontare il primo test con la Nuova Zelanda. “Abbiamo chiamato diversi giocatori - ha detto Crowley - che in questa stagione hanno pochissimi minuti di partite nelle gambe: ritengo che sia importante averli in gruppo per allenarsi, ma poi avranno bisogno di giocare. E guardiamo con molto interesse a chi invece giocherà la partita della Nazionale A con la Spagna del 30 ottobre”. Fra i convocati per il primo raduno, 4 esordienti e un ritorno particolarmente sorprendente: quello della 30enne seconda linea Marco Fuser, che ha giocato l’ultima volta in azzurro esattamente 3 anni fa e proprio contro gli All Blacks. Le novità sono il 23enne pilone argentino Ivan Nemer (a Treviso dall’estate del 2020), la coppia delle Fiamme Oro Matteo Nocera (pilone) e Alessandro Fusco (mediano di mischia), l’ala Pierre Bruno delle Zebre. “Il gruppo - ha ribadito Crowley - è solo per la prima settimana e poi verrà rimodulato dopo la partita della A con la Spagna. Cosa ci aspettiamo da questi 3 test? Non è un fatto di vittorie o sconfitte. Il nostro obiettivo primario è ricostruire una identità e con essa creare rispetto e credibilità. Le performance e il modo in cui giocheremo saranno il nostro metro di giudizio”.

I CONVOCATI

—   Questa la lista dei 34 convocati: PILONI: Pietro Ceccarelli, Danilo Fischetti, Andrea Lovotti, Ivan Nemer, Matteo Nocera, Marco Riccioni; TALLONATORI: Luca Bigi, Gianmarco Lucchesi, Federico Zani; SECONDE LINEE: Niccolò Cannone, Marco Fuser, Federico Ruzza, David Sisi; TERZE LINEE: Renato Giammarioli, Michele Lamaro, Giovanni Licata, Maxime Mbandà, Sebastian Negri, Bram Steyn; MEDIANI: Callum Braley, Stephen Varney, Alessandro Fusco, Carlo Canna, Paolo Garbisi; CENTRI: Tommaso Boni, Juan Ignacio Brex, Michele Campagnaro, Luca Morisi, Marco Zanon; ALI/ESTREMI: Mattia Bellini, Pierre Bruno, Monty Ioane, Matteo Minozzi, Federico Mori.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/13-10-2021/rugby-prima-italia-crowley-torna-minozzi-ma-allan-dice-no-4201795200822.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: