Crowley: “Italia 190 placcaggi, All Blacks 78...“. Lamaro: “Da gestire meglio le energie“

Crowley: “Italia 190 placcaggi, All Blacks 78...“. Lamaro: “Da gestire meglio le energie“

Un’Italia coraggiosa e profondamente, finalmente, diversa rispetto alle ultime deludenti uscite, ha messo in grossa difficoltà gli All Blacks, usciti vincitori per 47-9 dal test dell’Olimpico. Gap che è vistosamente cresciuto solo nel finale di partita, quando gli azzurri hanno subito quella che il capitano Michele Lamaro definisce come una conseguenza “del mancato adattamento tattico in campo nel corso della partita, che ha portato i giocatori a spendere più del dovuto e quindi pagare il conto”.

CROLLO

—   L’Italia ha giocato una partita difensivamente molto aggressiva e causato tantissimi errori, tutt’altro che una consuetudine per i neozelandesi. “Non abbiamo avuto un crollo fisico, semplicemente loro si sono resi conto di un nostro calo e lo hanno sfruttato giocando in maniera tatticamente diversa, calciando lungo e aspettando che noi buttassimo il pallone fuori, per poi farci male in touche”, ha detto Lamaro, oggi alla prima uscita da capitano azzurro. “Siamo all’inizio di un nuovo ciclo, con un nuovo allenatore, un nuovo capitano, cerchiamo di mettere su le basi sulle quali costruire. E non si può non cominciare dalla difesa. Si sa che poi noi italiani ci esaltiamo difendendo”. Se di errore si può parlare, Lamaro sottolinea la necessità di adattarsi meglio alle fasi della partita. “Quando si difende per tantissimi minuti è normale perdere energie, per quello bisogna imparare a conservarle. Penso la nostra sia stata un’ottima prestazione in difesa, specialmente nel primo tempo, quando gli abbiamo tolto spazi e certezze. E nel secondo tempo li abbiamo tenuti sotto per 25 minuti. Non stiamo a guardare al risultato, a noi interessa la prestazione, di squadra e individuale. Non c’è né soddisfazione, né delusione”.

SPIRITO

—   Prima uscita dal c.t. azzurro anche per il neozelandese Kieran Crowley, che è sembrato abbastanza soddisfatto: “Soprattutto per lo spirito, molto buono, ma basta guardare i nostri 190 placcaggi contro i 78 loro. Dopo 65 minuti eravamo 9-21, poi abbiamo pagato anche i pochi minuti giocati in stagione da diversi giocatori, mentre loro sono al massimo della condizione. Negli ultimi 15 minuti hanno accelerato. Ci sono stati alcuni aspetti positivi e altri negativi, si tratta di un processo che stiamo seguendo, i risultati arriveranno, ma sarà lo stesso metro con cui giudicheremo le partite con Argentina e Uruguay”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/06-11-2021/italia-all-blacks-crowley-noi-190-placcaggi-loro-7-4202262358323.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: