Campagnaro al Colomiers, Riccioni ai Saracens: è nuova ondata di italiani all'estero

Campagnaro al Colomiers, Riccioni ai Saracens: è nuova ondata di italiani all'estero

Domani alle 19,30 con la partita Colomiers-Provence inizia la stagione ricca di aspettative della folta pattuglia dei rugbisti italiani nei principali campionati pro esteri. Saranno in tutto una quindicina. Un numero così alto non c’era da inizio millennio. Quando sull’onda dell’ingresso dell’Italia nel Sei Nazioni i vari Dominguez, Troncon, Mirco e Mauro Bergamasco, Perugini, Ongaro, Bortolami e tanti altri erano diventati punti fermi dei top club di Francia e Inghilterra, oltre che colonne della Nazionale. Con l’ingresso in Celtic League e la politica federale delle Accademie l’approdo degli italiani all’estero si era drasticamente ridotto. Ora la tendenza si sta di nuovo invertendo. E non è detto sia un male.

IN FRANCIA

—   Colomiers-Province è un match della prima giornata di ProD2, la Seconda divisione francese. Nel Colomiers milita per la terza stagione il mediano di mischia Edoardo Gori, 31 anni, 69 cap azzurri, con il quale la squadra nel 2019-20 ha sfiorato la promozione in Top 14, fermata dallo stop ai tornei per Covid quando era prima in classifica. A lui si è aggiunto questa stagione il centro Michele Campagnaro, 28 anni, 45 cap, in arrivo dagli Harlequins. Cerca il rilancio dopo l’ennesimo grave infortunio. In ProD2 giocano anche nel Vannes il seconda/terza linea Edoardo Iachizzi, 22 anni, e l’estremo Ange Capuozzo, 21 anni, ex azzurrini. Il 3 settembre inizierà il Top 14, massimo campionato francese, dove gli azzurri sono raddoppiati. Alla stella Sergio Parisse, 37 anni e 142 caps, a Tolone, e al pilone Pietro Ceccarelli, 30 anni e 9 caps, a Brive, si sono aggiunti due astri nascenti del rugby italiano. Il mediano d’apertura Paolo Garbisi, 21 anni e 10 caps, a Montpellier dove carpirà i segreti di André Pollard, campione del mondo con gli Springboks. Il centro Federico Mori, 20 anni e 9 caps, sbarcato dalle Zebre al Bordeaux Bègles. Il 5 settembre inizierà il National, terzo campionato pro. Vi giocano a Digione l’estremo/ala David Odiete, 28 anni e 7 caps, ad Albi il mediano di mischia Charly Trussardi, 24 anni, ex azzurrino, campione d’Italia con la FemiCz Rugby Rovigo.

IN INGHILTERRA

—   Dal 17 settembre saranno invece sei gli azzurri a darsi battaglia nella Gallagher Premiership inglese. I nuovi arrivati sono Marco Riccioni, pilone, 23 anni e 15 caps, nella corazzata dei Saracens; Tommaso Allan, mediano d’apertura, 28 anni e 57 caps, agli Harlequins campioni d’Inghilterra. Le vecchie conoscenze sono l’estremo Matteo Minozzi, 25 anni e 19 caps, ai Wasps; Marco Fuser, seconda linea, 30 anni e 33 caps, ai Newcastle Falcons; il terza linea Jake Polledri, 25 anni e 18 caps, il cui ritorno è molto atteso dopo il grave infortunio, e il mediano di mischia Stephen Varney, 20 anni e 7 cap, grande speranza azzurra, al Gloucester. Con gli Harlequins è campione d’Inghilterra anche il trequarti Louis Lynagh, 20 anni, figlio della leggenda australiana Michael, italiano da parte di madre e nascita (Treviso). Come lui sono diversi i giocatori in Gran Bretagna col doppio passaporto, potrebbero avere un futuro con l’Italrugby.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/26-08-2021/rugby-nuova-ondata-italiani-all-estero-francia-inghilterra-420738703403.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: