Benetton in emergenza, Glasgow ne approfitta

Benetton in emergenza, Glasgow ne approfitta

Treviso esce sconfitta dallo Scotstoun Stadium di Glasgow per 13-3 in un match fortemente condizionato dalle assenze in casa Benetton. Più di venti gli indisponibili per coach Bortolami, tra cui spiccano i diciassette atleti in ritiro con l’ItalRugby. Tuttavia, i presenti non hanno affatto demeritato, offrendo una discreta (seppur imprecisa) prova offensiva abbinata ad un’eccellente difesa. Troppi gli errori tecnici commessi nei 22 dei Warriors nella seconda metà del primo tempo (addirittura sette gli in-avanti) che hanno impedito ai leoni di arrivare all’intervallo in una situazione di punteggio favorevole. Ma non c’è tempo per recriminare, perché già sabato 26 a Treviso arriveranno gli Sharks in una partita fondamentale per rimanere nella parte sinistra della classifica.

PRIMO TEMPO

—   La pioggia di Glasgow costringe entrambe le squadre ad un approccio molto tattico, abusando del gioco al piede nelle prime fasi. Tuttavia, dopo soli tre minuti è un piazzato di Miotti ad aprire le danze, a cui risponde prontamente Albornoz da posizione favorevole per il 3-3. I Warriors si limitano a controllare le folate offensive del Benetton, aspettando il momento giusto per colpire. A una difesa scozzese molto ordinata si aggiungono tanti, troppi in avanti da parte di Treviso nei tanti viaggi dentro i 22 avversari. È proprio Glasgow a centrare il bersaglio grosso, con Smith che travolge Wegner e schiaccia in meta dopo un multifase dei padroni di casa; Miotti non trasforma. A una Treviso già fortemente rimaneggiata si aggiungono gli infortuni di Herbst (concussion) e di Lazzaroni, subentrato proprio pochi minuti prima alla seconda linea sudafricana. Il Benetton reagisce, ma gli errori tecnici limitano l’efficacia offensiva dei leoni nonostante una presenza fissa in zona rossa tra il 28’ e il 40’. Le squadre vanno dunque a riposo sull’8-3 in favore dei padroni di casa, con tanti rimpianti in casa trevigiana.

SECONDO TEMPO

—   La ripresa si apre esattamente come la prima frazione, con entrambe le compagini che proseguono nel gioco tattico senza lasciare troppi spazi agli avversari. Al 51’ Cannone e Zuliani placcano Brown a gioco fermo, con il numero 8 del Benetton che viene sanzionato con un giallo. Glasgow non si lascia sfuggire l’occasione e affonda subito il colpo: è Dempsey a chiudere una sequela di pick and go oltrepassando la difesa biancoverde asserragliata sulla linea di meta; dopo Miotti, anche Thompson fallisce la trasformazione, lasciando dunque il punteggio sul 13-3. Treviso non riesce a ritrovare la fluidità offensiva del primo tempo, mentre i padroni di casa si mantengono nella metà campo avversaria forti di un possesso senza alcuna sbavatura, addormentando di fatto il match e conquistando quattro punti che proiettano Glasgow al secondo posto nello United Rugby Championship dietro a Leinster.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/20-02-2022/rugby-urc-glasgow-warriors-benetton-13-3-4301516505547.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: