Azzurrini da applausi: miglior difesa del torneo. Ora la mission impossible con gli inglesi

Azzurrini da applausi: miglior difesa del torneo. Ora la mission impossible con gli inglesi

A una gara dal termine del Sei Nazioni under 20 l’Italia è la squadra che ha incassato meno mete. Sei contro 7 dell’Inghilterra, a seguire 10 Irlanda, 12 Francia, 18 Galles e 23 Scozia. Gli inglesi sono lanciati verso il Grande Slam e proprio gli Azzurrini cercheranno di impedirlo martedì nell’ultimo turno all’Arms Park di Cardiff.

PRIMATO

—   Sarà la solita “mission impossible”, in 21 edizioni della competizione l’Italia ha sempre perso, spesso in modo pesante. Ma è significativo che i ragazzi di Massimo Brunello (c.t.), Mattia Dolcetto (assistente) e Augustin Cavalieri (tecnico della mischia) arrivino a giocarsela in questa situazione: 1) Da numeri uno della difesa; 2) Dimostrandosi sempre alla pari dei rivali nelle tre sconfitte, due col bonus difensivo; 3) Da unica nazionale insieme all’Inghilterra capace di non subire mete in una gara; 4) Centrando col 43-3 alla Scozia una delle vittorie più ampie di sempre.

PROGRESSI

—   Vedere che la “squadra materasso” oggi è la Scozia, ancora a zero punti, e non l’Italia in passato 13 volte “Cucchiaio di legno” evidenzia i progressi fatti dall’under 20 rispetto alla nazionale maggiore. Dal 2018, allora gestione tecnica Roselli-Moretti, gli Azzurrini vincono almeno una partita nel torneo baby. Quando diventano Azzurri le perdono tutte in quello maggiore: dal 2016 sei Cucchiai di legno e 32 sconfitte di fila. Sono dati su cui riflettere per capire che fare per trasportare i progressi alla prima squadra. Intanto godiamoci questa edizione del Sei Nazioni under 20 anomala (sede unica, partite ogni 6 giorni, oltre mezza squadra da un anno ferma per il Covid) che diventerà una delle migliori di sempre, se l’Italia eviterà l’imbarcata anche contro gli inglesi in caso di k.o. Finora le sue prestazioni sono andate in crescendo. Stare insieme un mese nella “bolla” e giocare con continuità fa bene agli Azzurrini. C’è da aspettarsi l’acuto finale contro la regina annunciata.

IL C.T.

—   “Nell’ultima partita conterà molto anche la preparazione fisica - spiega Brunello - Su questo siamo messi abbastanza bene. Ho visto i ragazzi reattivi. A livello mentale siamo belli carichi. Della difesa ho sempre fatto un principio fondamentale per costruire le mie squadre. Con essa si misura la temperatura vera del carattere di un gruppo. Quando hai questo tipo di organizzazione dove sei avanzante, fai dell’uno contro uno un caposaldo, questi sono poi i risultati. L’atteggiamento difensivo dei ragazzi in campo difesa è un bell’approccio e dà soddisfazione. Complimenti a tutti su questo aspetto, speriamo di continuare così».

ULTIMO TURNO

—   Martedì, ore 15 Italia-Inghilterra; ore 17,45 Irlanda-Francia; ore 21 Galles-Scozia. Classifica: Inghilterra 20 (+86); Irlanda 15 (+57); Francia 14 (+27); Italia 7 (+14); Galles 4 (-70); Scozia 0 (-114).

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/09-07-2021/rugby-sei-nazioni-under-20-l-italia-miglior-difesa-torneo-martedi-sfida-l-inghilterra-4102632223883.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: