Under 20, l'Italia sbaglia e la Francia passa: 41-15

Under 20, l'Italia sbaglia e la Francia  passa: 41-15

Non basta una buona prova all’Italia U20 per uscire dal Guy Boniface con almeno un punto. La Francia si dimostra infatti più concreta e abile nell’approfittare degli errori degli azzurrini, vincendo 41-15 e conquistando anche il punto di bonus all’esordio nel 6 Nazioni Under 20. Nonostante un passivo pesante, gli azzurrini hanno dimostrato buona personalità, soprattutto ad inizio ripresa dove, con otto punti in cinque minuti, si sono riportati a una sola segnatura di distanza. Successivamente il piede di Auriac ha ridato sicurezza ai padroni di casa, che hanno arrotondato il punteggio con la meta dello stesso estremo al 73’.

PRIMO TEMPO

—   Pronti via e la Francia si presenta subito nei 22 dell’Italia, ma la difesa regge il multifase dei galletti dentro ai propri 5 metri. Pochi minuti dopo sono proprio gli azzurrini a rendersi pericolosi nei 22 avversari, ma Ortombina prima e Passarella poi commettono un in-avanti che non permette di sviluppare ulteriormente l’azione offensiva. La fase di studio tra le due squadre viene bruscamente interrotta da un calcio Jauneau a scavalcare la prima linea azzurra: lo stesso mediano raccoglie e gira per Tixeront che non controlla, favorendo l’inserimento di Reybier che schiaccia in meta. L’Italia perde fiducia e i padroni di casa ne approfittano prima con un piazzato di Auriac, poi con la segnatura di Dayral servito da Bellemand. Al 30’, il colpo che rischia di chiudere la partita: Scromancin sbaglia il lancio in touche, Montgaillard recupera l’ovale che finisce rapidamente nelle mani di Bevia libero al largo per la terza meta francese in quindici minuti. Tuttavia, i ragazzi di coach Brunello non si arrendono, anzi: due le occasioni di andare per i pali rifiutate dagli azzurrini in favore di una touche nei 5. Coraggio ripagato al secondo tentativo, con Ortombina che chiude un multifase in meta; la trasformazione di Teneggi tra i fischi del pubblico porta l’Under 20 sul 22-7 a tempo scaduto.

SECONDO TEMPO

—   La seconda frazione si apre in maniera opposta alla prima, con la Francia a regalare un calcio dopo pochissimi secondi: Teneggi non sbaglia e accorcia ulteriormente. Quattro minuti dopo, Pani intercetta un passaggio e percorre tutto il campo per altri cinque punti, portando gli azzurrini a una sola marcatura di distanza sul 22-15, complice l’errore al piede da posizione complicata da parte di Teneggi. Sul più bello, la verve offensiva dell’Italia viene bruscamente interrotta dal gioco dei francesi che, complice il punteggio, insistono con multifase per ottenere calci a favore. Auriac dimostra tutte le sue qualità dalla piazzola, chiudendo la serata con un notevole 8/9 al piede e rendendo la vita più facile ai padroni di casa. La girandola di cambi non produce l’effetto sperato e, dopo tre touche consecutive all’interno dei 22 dei galletti tra il 63’ e il 68’, è la Francia a colpire sul capovolgimento di fronte. Le Brun rompe un placcaggio oltrepassando la difesa italiana e serve Auriac che schiaccia in mezzo ai pali. A pochi istanti dalla fine, è Lazzarin a salvare una meta praticamente già fatta su Gailleton nei pressi della bandierina, ma il grande gesto atletico dell’ala del Petrarca non serve ad evitare la sconfitta.

GLI ALTRI INCONTRI

—   Vittoria roboante dell’Irlanda sul Galles per 53-5, che a Musgrave Park archiviano la pratica già all’intervallo sul 22-0. Più combattuta invece la sfida tra Scozia e Inghilterra, in equilibrio fino alla pausa lunga con i padroni di casa sopra per 12-10. Trentuno i punti segnati nel secondo tempo dagli inglesi, che hanno vinto per 24-41 ad Edimburgo. La classifica vede Irlanda, Francia ed Inghilterra in testa con 5 punti, Scozia in quarta posizione grazie al punto di bonus per le quattro mete segnate, Italia e Galles appaiate all’ultima piazza.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/6-nazioni/04-02-2022/sei-nazioni-under-20-italia-sconfitta-francia-41-15-4301256947275.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: