Titolo alla Francia? Con la Scozia serve l'impresa: Galles alla finestra

Titolo alla Francia? Con la Scozia serve l'impresa: Galles alla finestra

La meta a tempo scaduto con il Galles di Brice Dulin l’ha tenuta in corsa, ma quella che attenda la Francia domani sera con la Scozia sarà una missione comunque quasi impossibile: per vincere il Sei Nazioni di rugby, infatti, alla squadra del c.t. Fabien Galthie non basta vincere, ma dovrà farlo chiudendo con 20 o più punti di scarto e segnando almeno 4 mete per il bonus. Grazie al clamoroso successo in rimonta sui gallesi, che si sono visti sfilare titolo (almeno per il momento) e Grande Slam (definitivamente) nell’ultima azione del match di sabato scorso, infatti, i francesi possono ora sperare di agganciare la testa della classifica. La squadra del c.t. Wayne Pivac, infatti, ha chiuso il suo Torneo a quota 20 (a +5 sui Bleus) ma al momento è in vantaggio anche nella differenza punti (+20) e in quella delle mete segnate (+5), le due discriminanti in caso di arrivo in parità. Qualora tutte queste voci fossero in pareggio, il Torneo lo vincerebbero entrambe (l’ultima volta accadde nel Cinque Nazioni del 1988 e curiosamente sempre con Francia e Galles).

RECUPERO

—   La partita di domani sera vale come recupero della terza giornata del match saltato per l’esplosione di casi Covid nel gruppo francese. Per la sfida che deciderà tutto, Galthie restituirà la maglia di apertura titolare a Romain Ntamack, tornato a disposizione proprio sabato scorso dopo una lunga assenza (si era infortunato a novembre) e che a sua volta aveva rimpiazzato in partita l’infortunato Matthieu Jalibert. Sono altre 4 le novità nel XV di partenza: le seconde linee Bernard Le Roux (che torna dopo avere saltato le ultime due per infortunio) e Swan Rebbadj (al posto dello squalificato Paul Willemse e di Romain Taofifenua, che sarà in panchina), il flanker Anthony Jelonch (preferito a Dylan Cretin) e Arthur Vincent, che giocherà primo centro, mentre Gael Fickou si sposterà all’ala al posto di Teddy Thomas (in panchina). Rischiava di ritrovarsi senza tanti giocatori il c.t. scozzese Greg Townsend, che invece grazie a un accordo con i club inglesi, per un match riarrangiato fuori dalla finestra internazionale, è riuscito quanto meno a contenere i danni. “Non li avremo tutti, ma siamo riusciti a trovare una strada per averne qualcuno”, ha detto Twonsend. L’assenza più pesante sarà quella di Sean Maitland, ala dei Saracens, “ma dobbiamo fare i conti con i 23 che saranno a disposizione, non con chi non ci sarà”. Potrà così tornare a indossare la maglia numero 10 Finn Russell, che aveva saltato l’Italia per infortunio, e con lui anche Ali Price in mediana e il tallonatore George Turner, mentre come centro la scelta è caduta su Chris Harris, preferito a Huw Jones, che andrà in panchina. Dove si rivede Adam Hastings: per l’apertura è la prima convocazione dopo un infortunio che lo aveva tenuto fuori per tutto il Sei Nazioni. Se la Francia si gioca il titolo, anche la Scozia ha un obiettivo: vincendo con almeno 5 punti di scarto, infatti, la squadra di Townsend riuscirebbe a strappare all’Irlanda il secondo posto e conquistare così il miglior piazzamento nell’era Sei Nazioni. FORMAZIONI FRANCIA: 15 Brice Dulin; 14 Damian Penaud, 13 Virimi Vakatawa, 12 Arthur Vincent, 11 Gael Fickou; 10 Romain Ntamack, 9 Antoine Dupont; 8 Gregory Aldritt, 7 Charles Ollivon (c), 6 Anthony Jelonch; 5 Swan Rebbadj, 4 Bernard le Roux; 3 Mohamed Haouas, 2 Julien Marchand, 1 Cyril Baille. A disposizione: 16 Camille Chat, 17 Jean-Baptiste Gros, 18 Uini Atonio, 19 Romain Taofifenua, 20 Dylan Cretin, 21 Baptiste Serin, 22 Anthony Bouthier, 23 Teddy Thomas. SCOZIA: 15 Stuart Hogg (c); 14 Darcy Graham, 13 Chris Harris, 12 Sam Johnson, 11 Duhan van der Merwe; 10 Finn Russell, 9 Ali Price; 8 Matt Fagerson, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie; 5 Grant Gilchrist, 4 Sam Skinner; 3 Zander Fagerson, 2 George Turner, 1 Rory Sutherland. A disposizione: 16 David Cherry, 17 Oli Kebble, 18 Simon Berghan, 19 Alex Craig, 20 Nick Haining, 21 Scott Steele, 22 Adam Hastings, 23 Huw Jones.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/6-nazioni/25-03-2021/titolo-francia-la-scozia-serve-impresa-galles-finestra-4001779072495.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: