Smith lancia l’Italia green: “Giovane, fisica e imprevedibile. I ventenni sanno anche vincere”

Smith lancia l’Italia green: “Giovane, fisica e imprevedibile. I ventenni sanno anche vincere”

SABATO IN IRLANDA IL PRIMO RECUPERO DEL TORNEO E IL C.T. LANCIA L’ESORDIENTE GARBISI IN REGIA: “CHI C’ERA PRIMA DI ME NON HA PUNTATO SUGLI EMERGENTI, IO INVECE DEVO FARLO. COSÌ DIVENTEREMO SCOMODI”

È l’ora del coraggio. Oggi l’Italia vola in charter verso una Dublino che vive un lockdown non così stretto da fermare il primo recupero del Sei Nazioni 2020 non completato a marzo. Lo show deve andare avanti, giocare a porte chiuse e non poter spillare birre è già un danno enorme per le federazioni, figurarsi non rispettare gli accordi tv. Ma lo show deve andare avanti anche per l’Italia, che ha perso le ultime 25 partite del Torneo — non vince dal 2015 — e oggi più che mai deve dare un senso alla sua presenza tra le grandi d’Europa. Come fare? Scorciatoie non ce ne sono. Il c.t. Franco Smith sa che la sola via sono i risultati. Da qui a inizio dicembre, tra recuperi del Torneo contro Irlanda (domani) e Inghilterra (sabato 31 a Roma) e Autumn Nations Cup sarà dura. C’è però un filo di speranza, una nuova generazione da tutelare. Il simbolo è Paolo Garbisi, 20enne apertura del Benetton, che Smith farà esordire da titolare all’Aviva Stadium. Davanti Jonathan Sexton, 35 anni, 97 caps, 819 punti segnati nei test, giocatore mondiale dell’anno nel 2018 un mito del gioco. Sembra un azzardo, è una scelta precisa.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/6-nazioni/22-10-2020/rugby-sei-nazioni-ct-smith-lancia-l-italia-green-390217141360.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: