Sei Nazioni: l'Italia perde Menoncello, c'è Mori. Tre cambi nel XV per l’Inghilterra

Sei Nazioni: l'Italia perde Menoncello, c'è Mori. Tre cambi nel XV per l’Inghilterra

Un infortunio riscontrato nel post Francia-Italia ha impedito al c.t. Kieran Crowley di confermare all’ala Tommaso Menoncello per il match che vedrà gli azzurri impegnati domenica a Roma con l’Inghilterra, nel match che completerà la terza giornata del Sei Nazioni. La 19enne ala della Benetton Treviso, divenuto con la sua meta segnata a Parigi domenica scorsa il più giovane marcatore nella storia del Sei Nazioni, verrà rimpiazzato nel XV da Federico Mori, che, da questa stagione, da quando è arrivato al Bordeaux, è stato spostato da centro ad ala.

MEDIANI

—   In tutto sono 3 i cambi che Crowley ha apportato rispetto alla sconfitta in Francia: Braam Steyn, rimasto fuori dai 23 a Parigi, torna titolare in terza linea, mentre Pietro Ceccarelli sarà pilone destro, con Sebastian Negri e Tiziano Pasquali dirottati in panchina. Dove ci saranno ancora una volta solo due trequarti con altre tre novità: l’altro pilone Cherif Traorè, la seconda linea David Sisi e il mediano di mischia Alessandro Fusco, che prendono il posto rispettivamente di Ivan Nemer, Marco Fuser e Callum Braley. “La partita con la Francia ci ha dato indicazioni sul lavoro svolto fino a ora, ma in settimana il focus è stato spostato su altri aspetti: l’atteggiamento giusto e una maggiore precisione per proseguire nel nostro percorso di crescita”. A proposito della scelta di Fusco per Braley, il c.t. azzurro ha spiegato che non si tratta di una bocciatura per l’inglese: “Callum ha giocato bene quando è entrato a Parigi, ma Fusco ci offre più opzioni perché alle Zebre gioca anche come ala o estremo. E ha una presenza fisica diversa rispetto a Varney e Braley”.

INGLESI

—   Nel XV del c.t. inglese Eddie Jones sono due le novità più importanti: il mediano di mischia Harry Randall e il numero 8 Alex Dombrandt, rispettivamente al terzo e al secondo cap, con seconda e terza linea rivoluzionate rispetto alla sconfitta in Scozia a causa dell’infortunio di Lewis Ludlam, perché, a dispetto del rientro in gruppo di Joe Launchbury, si è deciso di spostare Maro Itoje in terza per far spazio all’ingresso di Charlie Ewels, che farà coppia con Nick Isiekwe. In panchina ci sarà l’esordiente Ollie Chessum, 21enne seconda linea dei Leicester Tigers, mentre il mediano di mischia Ben Youngs da subentrato potrà toccare quota 113 caps e affiancare il leggendario pilone Jason Leonard in testa alla classifica dei giocatori con più presenze con la maglia della nazionale inglese. “L’Italia - ha detto Jones - ha giocatori di esperienza e giovani interessanti, come Paolo Garbisi, che è talmente bravo da essersi guadagnato spazio Montpellier a scapito di un campione del mondo come Handre Pollard. Lamaro mi ha davvero impressionato per tenacia. Vedo un ottimo spirito e giocando in casa vorranno fare bella figura davanti al loro pubblico”. Anche il pilone Joe Marler sa bene cosa aspettarsi: “I primi 20 minuti saranno di fuoco, ho visto da parte loro un buon gioco al piede e ottimi lanci di gioco dalle fasi statiche”.

LE FORMAZIONI

—   ITALIA: 15 Edoardo Padovani; 14 Federico Mori, 13 Juan Ignacio Brex, 12 Marco Zanon, 11 Montanna Ioane; 10 Paolo Garbisi, 9 Stephen Varney; 8 Toa Halafihi, 7 Michele Lamaro (c), 6 Abraham Steyn; 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone; 3 Pietro Ceccarelli, 2 Gianmarco Lucchesi, 1 Danilo Fischetti.

A DISPOSIZIONE: 16 Epalahame Faiva, 17 Cherif Traore, 18 Tiziano Pasquali, 19 David Sisi, 20 Sebastian Negri, 21 Giovanni Pettinelli, 22 Alessandro Fusco, 23 Leonardo Marin.

INGHILTERRA: 15 Freddie Steward; 14 Max Malins, 13 Joe Marchant, 12 Henry Slade, 11 Jack Nowell; 10 Marcus Smith, 9 Harry Randall; 8 Alex Dombrandt, 7 Tom Curry (c), 6 Maro Itoje; 5 Nick Isiekwe, 4 Charlie Ewels; 3 Will Stuart, 2 Jamie George, 1 Ellis Genge.

A DISPOSIZIONE: 16 Luke Cowan-Dickie, 17 Joe Marler, 18 Kyle Sinckler, 19 Ollie Chessum, 20 Sam Simmonds, 21 Ben Youngs, 22 George Ford, 23 Elliot Daly.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/6-nazioni/11-02-2022/rugby-sei-nazioni-formazioni-italia-inghilterra-fuori-menoncello-dentro-mori-4301372781421.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: