Sei Nazioni, c'è subito la Francia per gli azzurrini. Ma ci sono motivi per sognare

Sei Nazioni, c'è subito la Francia per gli azzurrini. Ma ci sono motivi per sognare

L’Italia Under 20 sfiderà venerdì 25 giugno a Cardiff la Francia nella 2ª giornata del Sei Nazioni di categoria, diretta su Sky Sport dalle ore 18. È un impegno sulla carta proibitivo, dopo la delusione per il ko 25-8 contro un Galles alla portata degli azzurrini e guardando i precedenti negli scontri diretti. In 21 edizioni del torneo la baby nazionale di rugby non ha mai sconfitto i francesi. Per sperare nell’impresa, o in una prestazione convincente anche in caso di ennesima sconfitta, bisogna aggrapparsi a due dati.

LE AMICHEVOLI

—   Il primo dato sono i risultati delle due amichevoli giocate in Francia, le uniche partite degli azzurrini dopo la sospensione per Covid del Sei Nazioni 2020. L’Italia ha perso di stretta misura cedendo solo nel finale a Bastia per 25-24 (beffardo drop a tempo scaduto) e a Tolone per 34-30 (meta del sorpasso al 79’). Si trattava della Francia development (sviluppo), formazione in cui i transalpini testano i numerosi talenti per fare sintesi poi al torneo, o al Mondiale. A Tolone mancavano i giocatori delle semifinaliste del campionato, compresa l’ala del Tolosa Nelson Epée, autore di una tripletta nei primi 21’ contro l’Inghilterra. Ma anche il XV migliore del Galletti non sembra essere inarrivabile come in passato.

IL CROLLO

—   Il secondo dato su cui riflettere è il crollo dei francesi nel match d’esordio con l’Inghilterra. In vantaggio 19-3 a fine primo tempo, la Francia si è fatta rimontare e battere 38-22 subendo 5 mete, di cui 4 realizzate o con lo zampino della mischia. La sensazione è di una squadra vulnerabile sulla tenuta e in difficoltà contro un pack abrasivo, capace di utilizzare il maul, come si è dimostrato anche quello italiano nei primi 20’ con il Galles. Il c.t. Massimo Brunello proverà a leggere queste o altre debolezze dei Galletti per impostare il match. Intanto spiega cosa non ha funzionato nel ko del debutto.

IL RAMMARICO

—   “Sono le tipiche partite che non sappiamo gestire per mancanza di esperienza e furbizia rugbistica - afferma Brunello - I gallesi sono stati bravi mestieranti. Ci hanno innervosito. Era la partita che mi aspettavo. Il Galles è una squadra che vive solo sugli errori altrui. Questo fa rabbia. Se stavamo più calmi probabilmente l’avremmo portata a casa”. Il discorso poi scivola inevitabilmente sull’arbitro georgiano Nika Amashukeli che ha preso di mira l’Italia punendola con 21 falli e 2 cartellini gialli. “Anche l’arbitro ci ha messo un po’ del suo, alla fine con una meta pari tanta differenza non c’era. Soprattutto quel calcio a fine primo tempo su un giocatore che incita un compagno. Gli dice ‘Bravo Pejo’. E lui gli dà il giallo, gira il calcio a nostro favore e diventano 3 punti per loro. Infine siamo stati deficitari nel gioco al piede, mentre i gallesi sono stati molto efficaci e hanno sfruttato ogni occasione”.

IL PROGRAMMA

—   Seconda giornata: ore 15 Inghilterra-Scozia (su Youtube); ore 18 Italia-Francia (su Sky); ore 21 Galles-Irlanda (su Youtube). Classifica: Irlanda 5 (+31), Inghilterra 5 (+16), Galles 4 (+17), Francia 0 (-16), Italia 0 (-17), Scozia 0 (-31).

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/6-nazioni/23-06-2021/rugby-sei-nazioni-italia-under-20-sfidera-francia-cardiff-4102227247969.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: