Il Covid decima l'Italia: l'Irlanda vince lo spareggio in coda al Sei Nazioni femminile

Il Covid decima l'Italia: l'Irlanda vince lo spareggio in coda al Sei Nazioni femminile

Delusione e sfortuna nel 3° turno del Tik Tok Sei Nazioni femminile di rugby per l’Italia. Delusione perché lo spareggio in coda con l’Irlanda, gara che doveva segnare il vero inizio del torneo delle azzurre, si è concluso con una netta inferiorità e l’ampia sconfitta 29-8 (mete 5-1). Sfortuna perché tre giocatrici titolari e una riserva sono state trovate positive al Covid alla partenza per Cork, sede del match, e sono rimaste a casa. Rivoluzionata così la formazione. Forse con loro le cose sarebbero andate diversamente. Ora l’Italia è l’unica squadra a zero punti, ma almeno ha segnato la prima meta. Debutto per Alessia Margotti del Valsugana.

PRIMO TEMPO

—   Dopo il buon inizio dell’Italia, che frutta il piazzato dello 0-3 di Rigoni, l’Irlanda domina territorio e possesso per tutta la frazione. Meriterebbe di più delle due mete segnate. Una terza, la più bella al 29’, dopo una splendida risalita al campo alla mano di 70 metri, è annullata perché Murphy Crowe, placcata da Furlan, non lascia e riprende il pallone prima di andare a schiacciare. La difesa tiene a galla le azzurre. Spesso in avanzamento con la linea, efficace anche quando ad avanzare sono le irlandesi. Le avversarie entrano 6 volte nei 22 metri in attacco, spesso a ridosso della linea di meta, ma per 4 sono respinte. Segnano punti solo 2 volte. Al 20’ con Mulhal, dopo touche, maul, difesa impegnata e palla allargata all’ala. Al 34’ con Jones su drive da maul, in superiorità numerica per il giallo a Giordano. L’Italia produce tre azioni d’attacco al 27’, 29’ e 40’, ma per errori o frenesia dei passaggi non le concretizza. Parziale 10-3.

SECONDO TEMPO

—   Nella ripresa l’Irlanda continua il predominio, ma cambia strategia. Passando a favore di vento, molto forte, usa il piede per gli avanzamenti. Questo frutta le due mete che chiudono la gara. Al 42’ segna Higgins raccogliendo al volto un calcetto a scavalcare di Dane e beffando tre azzurre. Al 51’ un calci tattico di Flood porta Furlan ad annullare e concedere la mischia a 5 metri dalla quale scaturisce la meta tecnica. La superiorità in mischia irlandese è l’altro dato eclatante della ripresa. L’Italia per segnare la meta della bandiera, la prima in tre gare del Sei Nazioni, deve aspettare al 71’ la superiorità numerica per il giallo a Wafer (placcaggio a ribaltare). Altri tre falli la portano fino alla penaltouche e al drive da maul con cui Melissa Bettoni schiaccia. Il risultato però è segnato. Sull’ultimo attacco dell’Irlanda, touche a 5 metri, arriva la meta di O’Dwyer che fissa il 29-8 finale.

LA SITUAZIONE

—   Classifica: Inghilterra, Francia 15; Galles 10 punti; Irlanda 5; Scozia 1; Italia 0. Quarto turno: venerdì 22 aprile Galles-Francia; sabato 23 Italia-Scozia; domenica 24 Inghilterra-Irlanda.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Rugby/6-nazioni/10-04-2022/sei-nazioni-donne-irlanda-italia-29-8-4302254682272.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: