Rugbyrugby / il big match

Rugbyrugby / il big match

Il neozelandese Dane Coles, in meta allo Stade de France. Afp

Agli All Blacks basta un tempo per scavare un break incolmabile e archiviare Parigi: la Francia gioca un magnifico secondo tempo, ma riesce solo a limitare i danni e alla fine la Nuova Zelanda passa 38-18 nel test-match più atteso del sabato internazionale. I bicampioni del mondo dominano il primo tempo, segnano 4 mete e mettono al sicuro la vittoria, ma nel secondo sono completamente dominati dai francesi, che però non riescono ad andare oltre una meta tecnica. Anzi, nel finale subiscono anche la quinta meta.
poker — L'equilibrio dura pochissimo, perché alla prima accelerazione gli All Blacks passano: Aaron Smith viene fermato a pochi centimetri dalla meta, la palla resta però viva e Beauden Barrett serve nell'intervallo Dane Coles, che sprinta per pochi metri e schiaccia. Barrett trasforma e poi al 16' infila un piazzato. Al 22', da una mischia sui 5 metri, dopo una serie di falli in mischia dei francesi, i neozelandesi giocano e con Rieko Ioane arrivano a pochi centimetri dalla meta, ma la palla resta viva anche in questo caso e anche in questo caso è Barrett, stavolta con un lungo passaggio a destra, a trovare il solissimo Waisake Naholo per la più facile delle segnature (e Barrett infila anche la difficile trasformazione). Al 26' la Francia reagisce: un lungo attacco sembra ben assorbito dalla difesa, ma è Mathieu Bastareaud con un offload a liberare Teddy Thomas per il volo d'angelo alla bandierina. Ma al 35' gli ospiti trovano la terza: dopo il giallo a Rabah Slimani per l'ennesima infrazione in mischia, Barrett va in touche, dalla quale si innesca poi Sonny Bill Williams che con un grubber sorprende alle spalle la difesa francese, con Ryan Crotty che arriva per primo a schiacciare. E prima dell'intervallo arriva anche la quarta: fantastico contrattacco con sprint di Ioane lungo l'out sinistro, scarico per Damian McKenzie che a sua volta in offload serve Sam Cane per il tuffo. Barrett le trasforma tutte e due e all'intervallo si va con gli All Blacks avanti 31-5.
reazione — I Bleus si ripresentano in campo più aggressivi e vanno subito a segno con un piazzato di Anthony Belleau. La Francia insiste in attacco e sul cross kick di Belleau diretto in area di meta, Williams per anticipare Yoann Huget smanaccia deliberatamente l'ovale fuori dal campo: è meta tecnica e cartellino giallo per il centro. Con Belleau ce trasforma la Francia si porta sul 15-31. Al 51' un altro piazzato di Belleau per il 13-0 di parziale con il quale la Francia sembra riaprire il math. La partita ha ormai cambiato faccia e al 56' una splendida azione francese porta Thomas fino alla bandierina, ma i neozelandesi lo spingono fuori evitando d'un soffio la segnatura. Sotto la forte pioggia la partita è diventata anche violenta e nei raggruppamenti la battaglia per il possesso è feroce e sopra le righe: sembra di assistere a vari regolamenti di conti, per i quali è però difficile anche per l'arbitro capire quando imporre lo stop. La Francia continua a dominare e gli All Blacks non vedono più la metà campo avversaria. Fino all'ultimo minuto, quando entrano per la prima volta nel secondo tempo nei 22 avversari e riescono a trovare la quinta meta, aprendo la difesa francese fino al decisivo due contro uno con Naholo che firma anche la doppietta: Barrett trasforma per il 38-18 finale.