Rugbyrugby / italians

Rugbyrugby / italians
Prosegue senza intoppi la marcia di Tolone, La Rochelle e Leinster, che hanno conquistato la terza vittoria nella terza giornata della Champions Cup di rugby. Con Edoardo Padovani tenuto ancora una volta fuori, il Tolone ha sconfitto in rimonta per 24-20 il Bath, con la decisiva meta di Anthony Belleau (che calcia un grubber alle spalle della difesa avversaria per andarlo a raccogliere di persona) a 5 minuti dalla fine, mentre La Rochelle ha travolto per 49-29 gli Wasps, con le doppiette di Botia Veivuke e Vincent Rattez.

Joe Simpson (Wasp) cerca di eludere la difesa di La Rochelle: vanamente

NEVE — Nella Pool 1 il Tolone ha ora 12 punti, a +3 sullo stesso Bath e a +5 sugli Scarlets, che hanno sconfitto in rimonta per 33-28 la Benetton Treviso, in una partita segnata dal cartellino rosso a Francesco Minto al 24’ (placcaggio pericoloso) e decisa nel finale dalle mete di Steff Evans (75’) e Paul Asquit (78’). La Rochelle invece domina la Pool A con 15 punti, a +7 sull’Ulster, passato 17-5 allo Stoop sugli Harlequins in una partita giocata sotto una suggestiva nevicata. A causa della neve non si è invece giocata la partita più attesa del turno fra Saracens e Clermont (Pool 2), la rivincita dell’ultima finale. Non è invece bastata ai Glasgow Warriors la quarta meta in 3 partite dell’ala azzurra Leonardo Sarto, autore di una doppietta nel match però perso per 29-22 con il Montpellier allo Scotstoun. Per Glasgow, lo scorso anno capace di centrare i quarti di finale, arriva la terza sconfitta e con essa l’ormai inevitabile certezza di non essere in grado di ripetere l’exploit di un anno fa. A dominare la classifica della Pool 3 c’è il Leinster (14 punti), passato per 18-8 in casa dell’Exeter, ora agganciato a quota 8 dal Montpellier. Giochi completamente aperti nella Pool 4, dove ora al comando c’è il Munster (11), che ha piegato per 33-10 i Leicester Tigers (6) con le mete di Rhys Marshall, Simon Zebo, Peter O’Mahony e Chris Cloete. Al secondo posto c’è ora il Castres (7), che ha riaperto tutto piegando nel derby francese per 16-13 il Racing Parigi, rimontando nel finale grazie alla meta di Maama Vaipulu (73’) e al piazzato di Benjamin Urdapilleta (76’).
CHALLENGE — In Challenge sconfitta anche per l’altra italiana: le Zebre si sono infatti arrese per 33-26 al Gloucester a Parma. Ai padroni di casa non sono bastate le mete di Johan Meyer, Renato Giammarioli, Tommaso Boni e Ciaran Gaffney. Zebre sempre ultime nella Pool 3 con 3 punti, mentre il Gloucester con 11 punti risponde alla capolista Pau (14), passata per 40-21 sul campo dell’Agen. Con Leonardo Ghiraldini in campo nella ripresa, il Tolosa ha sconfitto per 30-23 il Lione nella Pool 2, risalendo al secondo posto con 8 punti, a -1 dai Cardiff Blues, sconfitti per 24-0 in casa dei Sale Sharks (7). Poco più di 20 minuti in campo invece per Lorenzo Cittadini nella vittoria dello Stade Francais sul Krasny Yar (39-24), la prima per i parigini nella Pool 4. In testa alla classifica c’è saldamente Edinburgh (15), che ha travolto per 50-20 i London Irish (senza Luke McLean).