RugbyITALIA-SUDAFRICA

RugbyITALIA-SUDAFRICA
Ultimo match del trittico novembrino per l'Italia di Conor O'Shea. Gli azzurri hanno svolto il loro captain's run allo stadio Euganeo di Padova sotto un sole pallido, su un terreno non proprio ideale, con tanta, troppa sabbia. Domani c'è da sfidare il Sudafrica e le previsioni meteorologiche dicono che pioverà. Tanto. Sarà una battaglia fisica ancor più dura.
IL CAPITANO — Sergio Parisse ha il solito piglio di sempre, alla vigilia di un match con gli azzurri: "Usciamo da una sconfitta con l'Argentina con un risultato difficile da accettare, soprattutto per le battute finali. Adesso vogliamo riscattarci con una grande prestazione. Il fatto che giocheremo sotto una pioggia intensa cambia un po' le carte in tavola. Sarà una partita chiusa, certo non spettacolare. Saranno decisive la fasi di conquista, con mischie e touche cruciali". Di positivo, in questa Italia in cui Parisse è anche di 14 anni più anziano dei compagni, è la panchina allungatasi e con tanta tanta qualità. "Sto rivivendo più o meno quello che capitò quando io entrai in Nazionale. Eravamo un gruppo di ragazzi con tanta voglia e fummo accolti alla grande dai campioni azzurri del tempo. Io cerco di dare tutto il mio appoggio e sostegno. E' bello poter essere di aiuto anche così. Ed è bello condividere certi momenti con un gruppo di compagni non ha solo qualità tecniche, ma soprattutto umanamente. Sono belle persone. C'è più profondità, abbiamo più scelte in tutti i reparti e questa Italia ha un futuro".
BELLINI — Per la prima volta in azzurro nella sua Padova, Bellini probabilmente si divertirà poco, all'ala, con le condizioni atmosferiche in arrivo. "Darò il mio contributo e sto cercando di isolarmi il più possibile. Perché lo ammetto, questa partita per me è speciale. A casa, titolare in azzurro, contro il Sudafrica. Per me vivere tutto questo è molto importante e confermo che avere accanto compagni come Parisse e Ghiraldini, per cui tifavo davanti alla tv, che ti sostengono, in certi momenti vale tantissimo. L'ultima carica? Ascoltando 50Cent".