Rugby, Pro14 2017-2018: Benetton Treviso nella tana dell’Ulster per continuare a stupire

Rugby, Pro14 2017-2018: Benetton Treviso nella tana dell’Ulster per continuare a stupire

Formazioni rimaneggiate a causa dei test match internazionali: destino comune per Ulster e Benetton alla vigilia (si gioca domani sera) della nona giornata del Pro14 di rugby. I due club, inseriti nella stessa conference, occupano, rispettivamente il secondo posto con 28 punti ed il quinto a quota 14.

Inevitabilmente gli impegni con le Nazionali andranno ad incidere sul tasso tecnico che si vedrà in campo: basti pensare che l’Italia aveva nei primi due test match ben 11LeoniBenetton tra titolati e riserve; analogo discorso va fatto per i padroni di casa, che annoverano nella rosa giocatori irlandesi, sudafricani, australiani e neozelandesi.

Nonostante McKinley non abbia visto il campo contro l’Argentina, resterà aggregato al gruppo azzurro, mentre sono stati rispediti a casa proprio questa mattina Sebastian Negri e Federico Ruzza, che potranno essere impiegati domani dalla compagine trevigiana. Si profila l’esordio per il tallonatore neozelandese Faiva, appena arrivato in Veneto.

Proprio a causa di questi potenziali rientri last minute i due allenatori non hanno diramato i XV ufficiali che scenderanno in campo, ma è certa l’assenza nell’Ulster di John Cooney, in cima alle statistiche del Pro14 con ben 558 passaggi completati nelle prime otto giornate.

Treviso, tra Champions Cup e Pro 14 arriva da quattro sconfitte di fila, Ulster invece nell’ultimo periodo va a singhiozzo, alternando con regolarità sconfitte e vittorie. Negli scontri diretti in gare ufficiali Benetton ha perso gli ultimi 11 incontri: l’ultimo risultato positivo è un 29-29 del marzo 2013, mentre l’ultima vittoria trevigiana risale addirittura all’ottobre 2011.

Foto: Ettore Griffoni